Sampdoria, Ferrero: "Zapata, che gioia! Giampaolo ha messo i tasselli a posto"

Serie A
Massimo Ferrero e Marco Giampaolo (Foto: Sampdoria)
giampaolo_ferrero_sampdoria

Anche il presidente della Samp esprime tutta la sua contentezza per il successo sul Milan: "Mi avevano proposto Zapata e alla fine ho dovuto inseguirlo, ma ne è valsa la pena". Ferrari: "Bravi a restare uniti"

Aveva pronosticato il 2-1 in proprio favore: ci è andato molto vicino dall’indovinare il punteggio. Massimo Ferrero può gioire ugualmente, ad ogni modo, forse anche in misura maggiore, dopo il successo sul Milan. Il presidente della Sampdoria si è fermato a rispondere ad alcune domande nella mixed zone di Marassi: “Ormai è un anno che i nostri calciatori giocano insieme e Giampaolo ha saputo mettere tutti i tasselli al posto giusto. Per Zapata ho lavorato dieci giorni, ma posso dire che ne è valsa la pena. De Laurentiis me l’aveva offerto a giugno perché voleva Schick e alla fine mi sono trovato io ad inseguirlo, ma ora da uno a dieci sono contento dodici di averlo qui con noi”. Ferrero quindi conclude così: “Un allenatore deve soltanto pensare ad allenare, motivare e assemblare undici ragazzi che devono scendere in campo: se fa male, la colpa è mia, non sua. Per lo stadio ci sarà presto un incontro. Obiettivi? Chissà, il calcio è imprevedibile: non voglio dire nulla”.

Ferrari: “Squadra compatta”

Da Ferrero a… Ferrari: nella mixed zone di Marassi si ferma anche il difensore blucerchiato, autore oggi di un’ottima gara: “Siamo compatti, siamo stati bravi a rimanerlo senza concedere nulla al Milan. E’ presto per dire dove possiamo arrivare, dovremo vedere gara dopo gara e tirare le somme. L’ingresso a Marassi è stato da brividi”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche