Genoa, Juric: "Sono sereno, vogliamo tornare a far bene"

Serie A
Ivan Juric, allenatore del Genoa (Foto: Getty Images)
juric_genoa_getty

L'allenatore rossoblu ha presentato la sfida col Bologna in conferenza stampa: "Non è l'ultima spiaggia, l'importante è affrontarla bene con la voglia di vincere la gara, consapevoli che in casa bisogna fare risultato"

Giorni delicati, per il Genoa, con la cessione della società che al momento non si è concretizzata. E soprattutto con una classifica da muovere con urgenza, dopo la sconfitta beffarda contro l’Inter dello scorso turno di campionato. Ivan Juric ha presentato la gara con il Bologna in conferenza stampa, cominciando dalle condizioni di Veloso e Laxalt: “Non lo so, hanno fatto differenziato ieri, vediamo come stanno oggi. Miguel ha avuto un affaticamento dopo le tre partite nelle quali ha fatto molto bene, Diego una distorsione al ginocchio che in caso di impiego può far rischiare meno, ma se stanno bene va bene”. Dalla condizione dei suoi giocatori alla trattativa saltata per la cessione del club. “A noi interessa fare una grande prestazione domani, per il resto non possiamo fare niente, meglio concentrarsi sulle cose concrete. Non dobbiamo cercare scuse, anche il gol preso all'ultimo con l'Inter è colpa nostra, alla fine quello che vedo è una voglia matta da parte della squadra di uscire da questo momento con una vittoria. La squadra sabato ha dato impressione di compattezza, però Omeonga ha dato buone sensazioni, c'è per me un misto tra vecchi e nuovi che può fare bene” ha detto l’allenatore.

Juric: “Restiamo uniti”

Sulla sfida al Bologna, Juric si è espresso così: “C'è sempre un calendario duro, però io voglio che l'inizio difficile non influisca in niente. Quello che ti cambia è il risultato, noi dobbiamo migliorare ancora di più sulla concentrazione e fare risultato. Domani più che mai dobbiamo cercare di vincere, ma si può riuscire solo con la concentrazione. Bologna ultima spiaggia? Io non la definirei così, abbiamo fatto partite buone e meno buone, ci sono tanti giovani che crescono: l'importante è affrontarla bene con la voglia di vincere la gara, consapevoli che in casa bisogna vincere”. I tifosi vogliono rimanere vicini alla squadra: ieri sono saliti a Pegli per caricare il Genoa: “Credo che quando le cose non vanno bene si debba restare tutti uniti, altrimenti le cose non possono migliorare. Come detto i miei hanno tanta voglia di tornare a far bene, i tifosi anche ieri ci sono stati vicini e mi auguro lo facciano anche durante la partita”.

Juric: “Sono concentrato e sereno”

“Galabinov è un'opzione seria. Ricci lo vedo bene in allenamento, comincio a vedere i suoi valori e la crescita sta procedendo bene” ha proseguito l’allenatore. Che poi ha presentato l’avversario: “È una squadra che gioca il suo calcio, è una buona formazione però oggi sono molto concentrato sui miei e su quello che dobbiamo fare noi. Non so se giocheranno col 3-5-2 o col 4-3-3, ci stiamo preparando per entrambe le situazioni. Rispetto allo scorso anno sono molto concentrato e sereno su quello che posso fare io, del resto non me ne importa niente. Sono molto sul pezzo sui giocatori e su quello che possono dare. Se ho parlato con Preziosi dopo ieri? Non rispondo a questa domanda” ha concluso sorridendo Ivan Juric.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche