Sampdoria-Crotone, Giampaolo: "Bene così, ma niente voli pindarici. Europa? Il nostro obiettivo è superare noi stessi"

Serie A

Ancora una vittoria, la terza nelle ultime quattro partite: la Sampdoria vola sempre più in alto, i blucerchiati salgono al quinto posto in classifica. Più che soddisfatto Marco Giampaolo dopo il netto successo contro il Crotone: l’allenatore della Samp ha commentato così la prova dei suoi ai microfoni di Sky Sport

Continua il magic moment della Sampdoria. Risolta semplicemente la pratica Crotone, per i blucerchiati tre vittorie nelle ultime quattro giornate di campionato e quinto posto solitario in classifica, con la gara contro la Roma ancora da recuperare. Nel 5-0 contro i calabresi decisive le reti di Ferrari, Quagliarella e Caprari nel primo tempo e i gol di Linetty e Kownacki nella ripresa, per la soddisfazione di Marco Giampaolo, che nel post partita è intervenuto ai microfoni di Sky Sport. "Siamo in un buon momento, ma sappiamo che il campionato è talmente lungo e ci saranno alti e bassi - ha spiegato l'allenatore della Samp -. Ora siamo in up, ci godiamo questo momento con la consapevolezza di quelli che siamo, ma senza fare voli pindarici".

Il nostro obiettivo? Superare noi stessi

Con il quinto posto acquisito la Sampdoria sembra una vera candidata per un piazzamento in Europa. Quattro vittorie nelle prime quattro uscite casalinghe, infatti, per i blucerchiati si erano verificate soltanto nella stagione 1990/91, quella conclusa con la vittoria dello scudetto. Piedi per terra però per Giampaolo, che ha predicato umiltà: "Non scomodiamo la storia, quella stagione è stata qualcosa di straordinario. Se puntiamo all'Europa? Noi non abbiamo obiettivi numerici, dobbiamo solo pensare a migliorarci sempre - ha chiarito l'allenatore blucerchiato -. Dove arriveremo non lo so, ma noi dobbiamo solo pensare a superare noi stessi. Gli imprevisti sono dietro l'angolo e martedì si ricomincia tutto dall'inizio".

Praet? Giocatore di livello europeo

E proprio martedì la Samp tornerà in campo contro l'Inter, impegnata nel secondo posticipo della nona giornata nel big match del San Paolo contro l'Inter: "Se vedrò i nerazzurri? No, sono già in ritardo - ha detto Giampaolo -. Vedrò la gara domani, registrata. E poi devo anch'io prendermi i miei momenti di riposo, altrimenti arrivo sfinito". In chiusura una battuta su Praet, il cui rendimento è notevolmente migliorato dopo il cambio di ruolo da trequartista a mezzala: "I centrocampisti bravi sono quelli che sanno fare entrambe le fasi, quando questo succede si riesce a creare il valore aggiunto. Io sono un estimatore dei centrocampisti, è il ruolo che più mi piace. Praet? Il suo rendimento è merito della qualità del calciatore, nel ruolo di mezzala può essere un giocatore di altissimo livello. Adesso pare che anche lui sia convinto - ha concluso Giampaolo -, è un giocatore che ormai sa il fatto suo".

Caprari

Tra i più positivi in casa blucerchiata Gianluca Caprari, autore del terzo gol. Predica calma in vista del futuro l'attaccante ex Pescara, che a fine gara ha parlato ai microfoni di Sky Sport: "Oggi non era una partita semplice, ma dopo aver fatto fatica con le squadre più piccole abbiamo dimostrato di esserci - ha detto Caprari -. Questo è un passo importante, ora dobbiamo continuare su questa strada. Se crediamo all'Europa? Il campionato è ancora molto lungo, noi stiamo facendo un inizio di stagione importante, ma dobbiamo stare tranquilli e pensare solo a continuare così".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche