Milan, Biglia ko per le gare contro AEK Atene e Sassuolo

Serie A
Luca Biglia, centrocampista del Milan (Getty)

Il centrocampista argentino, uscito tra i fischi nella partita contro la Juventus, sarà costretto a fermarsi e a saltare almeno le prossime due partite contro l’AEK Atene e il Sassuolo per un'infiammazione al tendine rotuleo della gamba sinistra

La sconfitta casalinga per 2-0 contro la Juventus dello scorso sabato ha lasciato strascichi importanti anche sulle condizioni fisiche di alcuni giocatori in casa Milan. Piove sul bagnato infatti, perché Lucas Biglia - uscito tra i fischi proprio nel corso della partita giocata e persa contro la squadra di Massimiliano Allegri - non sarà a disposizione per la trasferta di Europa League in programma giovedì contro l’AEK di Atene. Il centrocampista argentino probabilmente non potrà rientrare in campo nemmeno per la trasferta di campionato contro il Sassuolo nel prossimo weekend a causa di un'infiammazione al tendine rotuleo sinistro. Dopo la partita di sabato, infatti, il giocatore si è sottoposto ai controlli di rito per valutare il problema accusato al ginocchio e dopo i dovuti esami lo staff medico rossonero ha deciso per lo stop e l'inizio di una terapia che permetta a Montella di riavere il suo giocatore il prima possibile.

Parla il dott. Mazzoni

Nelle scorse ore il dolore al ginocchio di Biglia è aumentato e l'ex calciatore della Lazio è così stato costretto a fermarsi. Un'altra notizia negativa per Montella confermata nel classico punto infortunati della dottor Mazzoni a Milan TV: "Lucas ha un'infiammazione al tendine rotuleo sinistro. E' già un po' che questo tendine gli dava fastidio e dolore, ma lui da grande professionista quale è, ha dato sempre disponibilità. Adesso, però, il dolore e il livello dell'infiammazione è aumentato e quindi abbiamo deciso di fermarlo e prenderci un po' di tempo per curare questo tendine".

Su Calabria e Bonaventura

Successivamente, Mazzoni ha anche fatto il punto sulle condizioni di Calabria, infortunatosi nella partita di Verona contro il Chievo, e di Bonaventura, che potrebbe tornare a disposizione dell'allenatore dopo la sosta. Queste le parole del medico rossonero: "Calabria ha avuto un trauma cranico e cervicale, per fortuna senza perdita di conoscenza. Per fortuna gli esami al pronto soccorso sono stati subito tranquillizzanti, così come i controlli a distanza. Sta molto meglio, ma tutte le volte che c'è un trauma cranico c'è un protocollo molto rigido da mantenere e quindi vediamo giorno dopo giorno come migliora e ci renderemo conto quando esattamente potrà tornare ad essere a disposizione. Al momento è prematuro dirlo. Bonaventura ha avuto una lesione al bicipite femorale della coscia sinistra. Sta procedendo senza problemi il protocollo riabilitativo. Speriamo di averlo a disposizione per la prima partita dopo la sosta".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche