Benevento-Milan, Brignoli è nella storia: "Non ci credo ancora, ho chiuso gli occhi e poi..."

Serie A

A regalare al Benevento il primo punto della storia in Serie A è stato il portiere Alberto Brignoli, in gol a tempo scaduto contro il Milan. Il numero 22 giallorosso è soltanto l'ultimo portiere ad andare a segno nel nostro campionato. Le sue parole ai microfoni di Sky Sport

Un epilogo incredibile, per il Benevento il primo punto in Serie A arriva nella maniera più inaspettata. Ad imprimere per sempre il proprio nome nella storia del club giallorosso è Alberto Brignoli: è stato del portiere classe ’91, infatti, il gol che a tempo quasi scaduto ha spedito all’inferno il Milan di Gattuso, all’esordio sulla panchina rossonera. Colpo di testa perfetto che non ha lasciato scampo a Donnarumma, quello di Brignoli è stato un gesto tecnico pregevole. Minuto 94', per il Benevento sembrava dover arrivare l’ennesimo ko di questa prima storica stagione in Serie A finora da incubo. Ma a cambiare il corso degli eventi chi ha pensato il portiere giallorosso, che prima era stato infilato due volte da Bonaventura e Kalinic. Benevento in paradiso, con lo stadio Vigorito unito in una vera esplosione di gioia al fischio finale.

Ho chiuso gli occhi, non ci credo ancora

Ancora incredulo il portiere del Benevento, intervenuto ai microfoni di Sky Sport nell’immediato post gara: "Non ci credo, è talmente difficile far gol in una situazione del genere che ho soltanto pensato questo. Sono contento per tutti – ha detto Brignoli -, per il presidente che non ha mai detto una parola fuori posto, per la gente che sta vivendo un sogno e che si aspettava sicuramente qualcosa di meglio. Ho sentito qualcuno che mi diceva 'sali, sali', così sono andato in area a saltare e ho chiuso gli occhi. È stato un gesto di istinto, ho fatto un salto da portiere e non da attaccante. Abbiamo perso tante volte al 90': per una volta, dopo mesi di sacrifici, ce l'abbiamo fatta. Sarebbe egoistico e poco onesto parlare solo di me. Noi lavoriamo per la salvezza, sarà difficilissimo ma vogliamo arrivare a testa alta fino all'ultima partita, perché oggi abbiamo dimostrato ancora che ce la possiamo giocare con tutti".

Portiere in gol in Serie A: l’ultimo era stato Taibi

Alberto Brignoli è soltanto l’ultimo portiere ad andare a segno in Serie A, ma una rete da parte di chi di mestiere dovrebbe evitare di subire gol mancava da sedici anni nel nostro campionato. L’ultimo a riuscire nella clamorosa impresa prima di lui, infatti, era stato Massimo Taibi, decisivo sempre di testa quando vestiva la maglia della Reggina contro l’Udinese nell’aprile 2001. Un altro caso celebre di portiere-goleador nel massimo campionato italiano è quello dell’allora estremo difensore della Cremonese Michelangelo Rampulla, in rete con un colpo simile a quello di Brignoli nel febbraio 1992 contro l’Atalanta. Sempre contro l’Atalanta – ma su calcio di rigore - è arrivato il primo gol di un portiere nel campionato italiano: la firma è stata di Lucidio Sentimenti IV, numero uno della Juventus nel 1945. Non ha segnato in Serie A, ma ha comunque fatto esplodere di gioia i tifosi del Livorno Marco Amelia, quando nel novembre 2006 ha messo a segno la rete del pareggio per il club toscano in Coppa UEFA contro il Partizan Belgrado.

Dai dilettanti al gol della storia

Una giornata da cerchiare in rosso nel calendario, il 3 dicembre 2017 sarà per sempre il giorno della storia per Alberto Brignoli e per il Benevento. E pensare che meno di dieci anni fa il portiere ventisettenne giocava ancora tra i dilettanti. Era il 2009/10, infatti, quando Brignoli difendeva i pali del Montichiari, in Serie D, prima di conquistare con la stessa squadra la promozione nell’allora Seconda Divisione di Lega Pro. Nel 2011/12 l’esperienza nella terza serie nazionale con la maglia del Lumezzane, prima della chiamata della Ternana, in Serie B. Tre stagioni da protagonista con il club umbro valgono le attenzioni della Juventus, che nel 2015 ne acquista il cartellino (detenuto tuttora). Una serie di parentesi non troppo fortunate, tra le quali quella in Serie A con la Sampdoria nel 2015/16 – una sola presenza – e quella in Liga con il Leganes nella stagione successiva, prima nel rilancio con il Perugia nella seconda parte della scorsa annata. In estate la grande occasione con la maglia del Benevento in Serie A: inizio in panchina da vice-Belec, Brignoli è riuscito a convincere Baroni prima e De Zerbi poi, conquistando un posto da titolare. Contro il Milan il gol della storia.

I più letti