Lazio, c'è lo Zulte Waregem: Anderson verso il ritorno in campo

Serie A
Felipe Anderson, esterno d'attacco della Lazio (Getty)
felipe_anderson_getty

Il brasiliano giocherà in Europa League e rientrerà in campo dopo quasi 5 mesi (è fermo dal 30 luglio). Turnover prevedibile per Simone Inzaghi: Guerrieri insidia Vargic, spazio a Patric e Luiz Felipe. Miceli di nuovo convocato

Milinkovic-Caicedo, colpaccio Lazio al Ferraris e tre punti contro la Samp. Ma non c'è un attimo di tregua per Lulic e compagni, i biancocelesti torneranno subito in campo in Europa League per l'ultima gara del girone contro lo Zulte Waregem (i ragazzi di Inzaghi, reduci dal pareggio col Vitesse per 1-1, sono già qualificati come primi). 2-0 all'andata, ora l'occasione per vedere in campo la Lazio 2.0, piena di riserve e tanti  giovani. Su tutti, Alessio Miceli: centrocampista, classe 99 e capitano della Primavera di Bonatti. Prima l'esordio contro il Vitesse, ora la nuova convocazione con la Lazio. Un'occasione d'oro per il ragazzo di Genzano, bramoso di giocare. 

Anderson tornerà in campo

Ormai si son perse le tracce: "Ma quando torna Felipe Anderson?". Il famoso "dopo la sosta" sta per esaurirsi, il brasiliano è pronto a rientrare in campo contro lo Zulte Waregem. Giocherà mezz'ora, è già deciso, entrerà nella ripresa al posto di uno tra Palombi e Caicedo. Anderson è fermo dal 30 luglio di quest'anno a causa di una tendinopatia che non gli ha dato tregua. Ha lavorato giorno e notte per tornare in forma e al top, tra foto in bianco e nero sul profilo e tanta voglia di rientrare a segnare. Oggi, infatti, ha subito segnato in partitella. Occasione Anderson, contro lo Zulte potrà nuovamente mostrare tutte le sue qualità. Felipe is back. 

Un'occasione per Miceli?

La sua è una di quelle storie da raccontare: "Vengo da Genzano, ogni giorno mi faccio 140 chilometri avanti e indietro per venirmi ad allenare a Formello". Dal Cynthia all'Europa League, Alessio Miceli ha fatto tanta strada. Umiltà, impegno e sacrificio, fino alla prima presenza tra i professionisti con la Lazio, qualche minuto durante l'ultima gara col Vitesse, dove ha pure salvato un gol: "Merito della mia stagione da difensore centrale". Duttile e concreto, l'anno scorso ha giocato centrale difensivo nonostante avesse sempre ricoperto il ruolo di fantasista dietro le due punte. Ora, invece, fa il playmaker della Primavera e studia da Leiva. Contro lo Zulte potrebbe anche giocare al posto del brasiliano, è un'idea, ci può anche stare. Inzaghi utilizzerà chi ha giocato di meno e Miceli potrebbe essere usato da regista, davanti la difesa. Per il resto, formazione intuibile: Vargic tra i pali, poi Patric, Luiz Felipe e Bastos in difesa. Basta, Crecco, Murgia e Lukaku a centrocampo, più uno tra Luis Alberto, Leiva e Miceli. In avanti, infine, spazio al tandem Caicedo-Palombi, con Felipe Anderson pronto a subentrare. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche