Lazio, mercoledì la ripresa: turnover totale con lo Zulte Waregem

Serie A
Patric, difensore della Lazio (Getty)
Patric_Lazio_Getty

I biancocelesti riprenderanno mercoledì gli allenamenti a Formello, poi la partenza per Waregem (Belgio) e giovedì l'ultima gara del girone di Europa League: previsto un turnover totale, Anderson in campo nella ripresa

Blitz al Ferraris, la Lazio "sbanca" Genova e vince il rimonta contro la Samp. Un'ottima Samp. Ora l'Europa League e l'ultima gara del girone contro lo Zulte Waregem, squadra belga di Jupiter League (l'equivalente della nostra Serie A). Poi il Torino in campionato lunedì sera. Proprio per questo motivo, infatti, Inzaghi farà un turnover totale lasciando a casa tanti big: da Strakosha a Immobile, passando per Milinkovic e tanti altri. Spazio a chi ha giocato meno, spazio pure ai giovani: Alessio Miceli infatti, centrocampista classe '99 e capitano della Primavera di Bonatti, sarà nuovamente convocato dopo l'esordio col Vitesse e potrebbe anche giocare da titolare al posto di Leiva. E' in ballottaggio con Luis Alberto nel ruolo di regista. 

Da Patric a Murgia, spazio alle riserve

Formazione intuibile per Simone Inzaghi: Vargic o Guerrieri tra i pali (croato favorito), difesa a 3 con Patric, Luiz Felipe e Bastos nel solito terzetto, Basta e Lukaku sulle fasce. Capitolo centrocampo: Murgia, Crecco e uno tra Luis Alberto e Miceli. Davanti, infine, spazio al tandem Caicedo-Palombi, con Felipe Anderson pronto a subentrare nella ripresa. Il brasiliano è fermo dal 30 luglio di quest'anno, contro lo Zulte giocherà una mezz'ora e rientrerà in campo. Inzaghi lo sta aspettando a braccia aperte da diversi mesi. Stesso discorso per Wallace, ormai fermo dalla terza giornata di campionato, quando rimediò una lesione di primo grado al polpaccio. Potrebbe andare in panchina ed essere sganciato a inizio ripresa. La Lazio corre veloce e guarda tutti dall'alto, in Europa League c'è l'ultimo impegno contro lo Zulte Waregem.

Inzaghi: "Abbiamo mandato un bel messaggio alla Serie A"

Queste le parole di Simone Inzaghi ai cronisti presenti, durante la presentazione del libro di Fernando Orsi: "Abbiamo mandato un bel messaggio al campionato. Siamo stati bravi vincendo su un campo non semplice contro la Sampdoria. Una vittoria meritata su un campo dove molti stanno facendo fatica. Ho temuto il Var ieri? Dopo la partita ho visto l'episodio di Immobile era rigore netto, siamo sfortunati col Var da tre domeniche. Bisogna capire anche quali immagini si vedono, perché dopo la partita a Mediaset ho visto un'immagine netta. Io so che l'arbitro ha aspettato un attimo per vedere se c'era il fallo su Immobile, e non so perché non è stato dato il rigore. Ci si fa qualche domanda, adesso è capitato tre partite di seguito con la Lazio in tre gare importantissime. Abbiamo gli arbitri migliori in Europa, e mi dispiace che la Var li possa condizionare. Io personalmente penso che con la Var non dovrebbero esserci più dubbi - ammette - ma in realtà non è stato così, perché lo stiamo vedendo sulla nostra pelle. Sapevamo che ci sarebbe stato qualche problema e ci dobbiamo abituare tutti".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche