Sassuolo, prima gioia in casa: Crotone ko 2-1 con reti di Goldaniga e Politano. Gol e Highlights

Serie A

Prima vittoria in casa per il Sassuolo, prima sconfitta per Zenga alla guida del Crotone. Primo tempo spento, poi si accende la squadra di Iachini che segna con Goldaniga e Politano. Il Crotone accorcia ma non riesce a trovare il pari, nonostante Cordaz pari un rigore a Matri

CLICCA QUI PER RIVIVERE SASSUOLO-CROTONE

SASSUOLO-CROTONE 2-1

49' Goldaniga (S), 61' Politano (S), 66' aut. Acerbi (C)

Il Sassuolo batte 2-1 il Crotone e sale a 14 in classifica superando proprio i calabresi. È la gara di Zenga, che torna in panchina in Serie A, la sua ultima apparizione è stata nel novembre 2015 alla guida della Sampdoria (contro la Fiorentina). Nell'unico precedente tra i due allenatori nel massimo campionato italiano è stato proprio Zenga ad avere la meglio: 1-0 in un Catania-Chievo nel settembre 2008. Il primo tempo tra le due squadre è spento, arrivano pochi tiri in porta e poche emozioni. È il quinto incontro consecutivo in cui la squadra di Iachini non riesce a trovare il gol nei primi 45' di gioco in Serie A, mentre sono solo due le conclusioni per il Crotone: non ne ha mai tentate di meno nel primo parziale di questa Serie A. Nella ripresa i padroni di casa attaccano dall'inizio e trovano due volte il gol prima che Zenga riesca a mettere in ordine i suoi. Goldaniga prima e Politano poi. Il Crotone reagisce, accorcia e sfiora il pari. Le ultime occasioni sono però del Sassuolo che si riaffaccia in avanti negli ultimi 5 minuti. Il risultato comunque non si muove: Cordaz salva su Falcinelli e poi para un rigore a Matri. Vince il Sassuolo 2-1, prima vittoria in casa in questo campionato 2017-2018.

Sfida bloccata al Mapei, poche emozioni

Sassuolo e Crotone iniziano con le idee chiare. I neroverdi vogliono comandare la gara, prendendo il controllo del centrocampo. Zenga ha schierato i suoi in maniera ordinata, un 4-4-2 con Tonev e Budimir davanti. Gli ospiti fanno molto affidamento sulla catena di sinistra, dove Stoian è offensivo e Martella è costante. Partono meglio i padroni di casa, che però non fanno male. Gli uomini di Iachini creano i presupposti per portare pericoli alla porta di Cordaz, che però non corre alcun rischio nel primo tempo. Berardi nei primi minuti liscia dal limite dell’area, mentre poco dopo Politano viene anticipato da un attento Martella. Al 25’ Ajeti chiude su Falcinelli, la palla resta lì e l’attaccante neroverde gira verso la rete: centrale e Cordaz non ha bisogno di muoversi. Dall’altra parte il brivido è uno solo, nettamente più grande: Barberis mette al centro da calcio di punizione, la difesa dorme ma Budimir non devia a sufficienza per impensierire il portiere avversario. Alla mezz’ora Missiroli prova a suonare la carica con un destro da lontano, la conclusione è potente e non nello specchio. Al 36’ ottima combinazione del Sassuolo sulla destra, Lirola serve Mazzitelli che di prima gira per Berardi. L’attaccante viene messo giù dalla spallata di Rohden: per l’arbitro non c’è fallo anzi viene ammonito il neroverde per proteste. Al 39’ occasione per gli uomini di Zenga: Tonev va via sulla destra e mette al centro, proprio sulla testa di Barberis, il gioco aereo però non è la specialità della casa.

Il Sassuolo rientra meglio: Goldaniga-Politano per il doppio vantaggio

Il Sassuolo parte più forte. Politano si accentra, gli viene lasciato spazio, la palla arriva a Cassata che manda Peluso al cross: ne deriva una mischia in area, il tiro di Berardi è deviato e finisce sul fondo. Zenga si arrabbia perché vede i suoi distratti. Sugli sviluppi del corner arriva il vantaggio con l’incornata vincente di Goldaniga su assist di Politano: 1-0 per il Sassuolo, per i padroni di casa arriva un gol che al Mapei Stadium mancava dal 17 settembre (contro la Juventus). Primo gol stagionale per Goldaniga, che non segnava in Serie A da maggio (contro il Chievo con la maglia del Palermo). È la prima volta che il Sassuolo va in vantaggio in casa in questa Serie A. L’allenatore del Crotone corre ai ripari e prepara il primo cambio. Non c’è tempo però, i neroverdi sfiorano il raddoppio con il colpo di testa di Missiroli, Cordaz risponde addosso ad un avversario e per sua fortuna il pallone carambola fuori. Zenga cambia: fuori gli esterni di centrocampo Rohden e Stoian (uno dei più positivi nei primi 45’), dentro Aristoteles e Trotta. Gli ospiti passano quindi ad un 4-3-3, con Tonev e Budimir a completare il reparto offensivo. Il problema è che il Crotone non ha nemmeno il tempo di sistemarsi in campo e trovare nuovi automatismi. Arriva il 2-0 con il destro a giro di Politano, che sfrutta anche la perdita di equilibrio del nuovo entrato Aristoteles. Politano decisivo: ha partecipato tra passaggi finali e reti a tutti i gol casalinghi dei suoi in questo campionato.

Il Crotone ci prova, Cordaz para un rigore ma non basta

Gli ospiti però non alzano bandiera bianca, Aristoteles pressa forte, anche per farsi perdonare per l’episodio precedente. Tonev lavora un buon pallone a sinistra, sul cross vanno a contrasto Acerbi e Budimir e la palla entra in rete. Gol del 2-1, autorete di Acerbi, il cui tocco è stato decisivo. Il Crotone preme e al 29’ arriva la grande occasione per il 2-2: Aristoteles si inserisce in area, si libera per il destro e sulla ribattuta Budimir non riesce a concludere dai 7 metri. Cassata rischia il rosso per un’entrata pericolosa, Iachini lo toglie e manda in campo Duncan. L’ultima mossa di Zenga invece è Kragl, gli vengono concessi 10 minuti al posto di Barberis. È un assedio dei calabresi, non sempre ordinati ma determinati. Martella e Sampirisi mettono palloni al centro alla ricerca delle punte. Il Sassuolo arretra ma riconquista piano piano sicurezza nella fase difensiva, anche se il centrocampo ha perso tranquillità nella fase di palleggio. L’attacco neroverde sembra spento, si accende all’improvviso sul sinistro di Politano, che va solo vicino a chiudere il discorso. Vicinissimo poco dopo anche Falcinelli, che prova di sinistro sul bel colpo di tacco di Matri, para Cordaz. Il portiere del Crotone poi diventa protagonista assoluto: al minuto 89 l’arbitro concede rigore su una trattenuta in area, Cordaz nega la gioia a Matri e regala la speranza ai suoi. Quello di Matri è il quarto rigore sbagliato dal Sassuolo in questo campionato, un primato. Non arrivano altre emozioni però, al Mapei Stadium vince il Sassuolo 2-1. Primo successo casalingo per i neroverdi in questa Serie A, non trovavano la vittoria interna in campionato da maggio (6-2 sul Cagliari).

Tabellino

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Goldaniga, Acerbi, Peluso; Missiroli, Mazzitelli, Cassata (77' Duncan); Berardi (71' Matri), Falcinelli, Politano (90' Cannavaro).

Crotone (4-4-2): Cordaz; Sampirisi, Ajeti, Ceccherini, Martella; Rohden (56' Aristoteles), Mandragora, Barberis (80' Kragl), Stoian (56' Trotta); Budimir, Tonev.

Ammoniti: Missiroli (S), Cassata (S), Ajeti (C), Berardi (S), Aristoteles (C).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche