Inter, Dalbert: "L'adattamento al calcio italiano è stato duro, ora sono pronto"

Serie A

Il difensore brasiliano ha parlato così della sua esperienza in nerazzurro: "Dopo un inizio di stagione complicato le cose vanno molto meglio. Spero di proseguire nel mio percorso di adattamento, e avere ancora più fiducia in modo da pensare sempre in positivo"

Non ha ancora trovato molto spazio, specialmente adesso che Luciano Spalletti ha trovato la quadratura giusta degli uomini per far rendere al massimo la sua Inter. Eppure, Henrique Dalbert parla con entusiasmo della sua esperienza nerazzurra, dopo aver superato le difficoltà che derivano da un cambio di mentalità. “Dopo un inizio di stagione complicato le cose vanno molto meglio. Il calcio italiano è molto tattico, diverso da tutti gli altri campionati in cui ho giocato. L’adattamento non è facile, specialmente quando si è in club così importante. Ma io voglio migliorare ancora e soddisfare le richieste del mio allenatore. Tutti vogliamo far bene, già a partire da sabato, senza accontentarci mai: siamo una squadra forte. L’obiettivo è la qualificazione alla prossima Champions League, il posto giusto per un club come l’Inter” ha detto il difensore brasiliano, intervistato da Premium Sport.

Ottimismo e dimostrazioni

Per Dalbert sinora otto presenze stagionali, ma soltanto poco più di 400 minuti giocati. Infatti, è stato schierato da titolare soltanto in quattro occasioni: in Coppa Italia col Pordenone, in campionato con Spal, Crotone e Genoa. “Adesso pensiamo al prossimo impegno (contro il Sassuolo, ndr). Spero di proseguire nel mio percorso di adattamento, e avere ancora più fiducia in modo da pensare sempre in positivo. Voglio fare bene ciò che mi chiede Spalletti, in modo da aiutare la squadra e dimostrare il mio valore all’allenatore” ha concluso il giocatore.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche