Serie A, Lazio-Crotone. Inzaghi: "Senza sviste arbitrali la nostra classifica sarebbe diversa"

Serie A
Inzaghi, Lazio (Getty)

L'allenatore biancoceleste presenta la sfida con il Crotone: "La priorità è quella di tornare al successo, non lo facciamo da troppo tempo all'Olimpico. Senza le sviste arbitrali la nostra classifica sarebbe diversa. Milinkovic-Savic? E' felice con noi, spero diventi più forte di Pogba"

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 18^ GIORNATA

La gara contro il Crotone da non fallire assolutamente: "La priorità è tornare a vincere, perché in casa in campionato è troppo che non lo si fa. Domani abbiamo una buona opportunità, dovremo essere determinati. Il Crotone è in salute, si giocherà la sua gara. Contro il Chievo ha fatto un'ottima partita. Zenga è un ottimo allenatore che propone un buon calcio e ha molta esperienza: dovremo fare una gara giusta per tornare a vincere. Ultimamente abbiamo preso qualche gol di troppo: attacchiamo con tanti giocatori e c’è questo rischio, ma dobbiamo correggere gli errori commessi", parla così in conferenza stampa Simone Inzaghi alla vigilia della sfida tra Lazio e Crotone in programma alle 12.30 all’Olimpico.

"Senza le sviste arbitrali la nostra classifica sarebbe diversa"

"Senza le sviste arbitrali la nostra classifica sarebbe diversa. Ma ora non dobbiamo pensarci, perchè abbiamo l'obbligo di migliorare la nostra posizione, tutto il resto lasciamocelo alle spalle", le parole dell’allenatore della Lazio che ha voluto così mettere fine alle polemiche su quanto accaduto nelle ultime settimane. Inzaghi ha poi lanciato un appello ai tifosi: "Questa è una settimana importante e intensa. Giocare a Natale è un fatto nuovo, spero in un Olimpico al nostro fianco, con tanto trasporto per aiutarci a vincere questa partita. E poi spero che ci siano tanti tifosi anche contro la Fiorentina, perchè la mia soddisfazione più grande è vedere lo stadio pieno", ha proseguito l’allenatore biancoceleste.

"Milinkovic-Savic è felice alla Lazio. Spero diventi più forte di Pogba"

"Milinkovic-Savic? Ha 22 anni, sta facendo bene, è normale che attiri tante squadre. Ma parlo spesso con lui, sta bene nella nostra realtà, è felice della Lazio, sa che le squadre lo vogliono grazie alla Lazio. Sono contento che i giocatori abbiano delle avances, significa che stiamo facendo bene. Ma a oggi è strafelice della Lazio, l'anno scorso si è legato a lungo con noi con il nuovo contratto. Se può valere più di Pogba? Parliamo di un giocatore molto giovane, che ha sia qualità che quantità, spesso i giocatori sono carenti in uno di questi fattori. Per questo Milinkovic è stimato, gli auguro che diventi più forte di Pogba, che è uno dei migliori sicuramente", ha concluso Simone Inzaghi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche