Napoli, Mertens è il bomber di mezzogiorno: 8 gol negli anticipi delle 12.30

Serie A

Alle 12.30 Mertens sembra infallibile: 8 gol all’ora di pranzo, mai nessuno quanto lui in tutta la Serie A nelle ultime cinque stagioni. Eppure il gol al belga manca da fine ottobre…

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Chiamatelo pure il bomber di mezzogiorno, perché quando si gioca all’ora di pranzo Dries Mertens ha sempre una fame da lupi. Di punti per il suo Napoli e di gol, soprattutto di gol: 8 reti negli anticipi delle 12.30, in quell’orario adottato da qualche anno in Serie A per guardare la partita anche seduti comodamente a tavola, nel giorno della festa. Nessuno come lui da cinque anni a questa parte. Cinque partite e quattro vittorie per gli azzurri (più un pari) nel segno del bomber belga. Gol, gol, gol… già, quello che al momento manca terribilmente al marcatore più prolifico dell’anno solare 2017 in Italia. L’ultimo in A il 29 ottobre contro il Sassuolo, quasi tre mesi, dodici settimane e 85 giorni di astinenza. Non certo normali per uno come lui. Contro il Napoli, nel prossimo 21° turno di campionato, ci sarà l’Atalanta, bestia nera degli ultimi incroci diretti, vero, squadra però contro cui Dries ha segnato il suo ultimo gol, l’unico in tutto quel periodo di astinenza, il 2 gennaio in Coppa Italia: inutile ai fini del risultato, vista la vittoria finale dei bergamaschi.

Mezzogiorno di fuoco

È vero, contando proprio anche la Coppa Italia per Sarri sono 3 ko nelle ultime 4 partite contro Gasperini. In campionato all’andata era finita 3-1: vantaggio di Cristante, pari di Zielinski e poi gol proprio di Mertens, con aggiunta nel finale di Rog per la festa completa. Vero, ma l’anno prima erano arrivate due sconfitte, su due, con i nerazzurri a fare bottino pieno: 1-0 in casa e 2-0 a Napoli. Servirà allora un super Mertens per spezzare la maledizione, lui che alle 12.30 si diverte a giocare a Mezzogiorno di fuoco, e a sparare gol su gol. L’ultimo nella settima giornata di questo campionato, 3-0 al Cagliari, giocata all’ora di pranzo del primo ottobre. Tornando indietro nel tempo, e nella scorsa stagione, il belga segna anche contro il Sassuolo il 23 aprile scorso, e all’Empoli il 19 marzo, stessa ora e stesso destino. Di reti, poi, ne fa addirittura tre ancora contro il Cagliari, a cui quel pranzo della domenica sembra sempre indigesto, l’11 dicembre 2016. Ancora più indietro i suoi primi due gol alle 12.30 appartengono stagione 2013-14: due reti contro la Samp nel giorno della befana. In totale fanno otto reti, record assoluto, con tanti buoni auspici per i suoi tifosi in vista della trasferta di Bergamo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.