Genoa-Milan, Gattuso: "Ho cambiato al momento giusto. André Silva? Può fare ancora molto"

Serie A

Il gol vittoria allo scadere di André Sliva regala tre punti pesantissimi al Milan: la zona Champions, adesso, è più vicina. La soddisfazione di Gattuso: "Oggi la squadra mi è piaciuta moltissimo tecnicamente. Volevamo provare a vincerla, non era la prima volta che cambiavo tatticamente"

GENOA-MILAN 0-1: DECIDE ANDRE' SILVA ALLO SCADERE

SERIE A, CALENDARIO E RISULTATI

Tre punti pesantissimi arrivati all'ultimo respiro, grazie al protagonista che tutti stavano aspettando: André Silva. Mandato in campo a poco più di 20 minuti dalla fine, il giovane attaccante portoghese ha regalato a Gattuso una vittoria che vale oro in ottica Champions League. La Lazio e l'Inter (in attesa di recuperare le varie partite) ora sono più vicine. "Abbiamo accorciato tanto in classifica e l’obiettivo è lì, ma dobbiamo continuare a ragionare partita dopo partita. Oggi c'era grande preoccupazione, venivamo da due mesi e mezzo in cui non sapevamo com'era fatta la sconfitta ha dichiarato Gattuso - mentre con l'Arsenal abbiamo fatto una prestazione al di sotto delle nostre possibilità: non era una questione di condizione fisica, abbiamo sbagliato l'approccio a livello tecnico-tattico e la partita di oggi lo ha dimostrato. Complimenti anche al Genoa - prosegue l'allenatore rossonero - questa era una partita che potevamo anche perdere. Noi siamo stati molto bravi, la mia squadra tecnicamente mi è piaciuta molto. Dobbiamo ancora migliorare, perché creiamo tanto ma non siamo cattivi sotto porta".

"André Silva può fare ancora molto"

Inevitabile parlare del protagonista di oggi, André Silva: "Nel calcio bisogna dimostrare tutti i giorni il proprio valore. Su André Silva non mi invento niente: è un ragazzo che gioca nella nazionale portoghese, che due anni fa è stata Campione d'Europa. E' stato pagato tantissimo ed è giovane, deve abituarsi anche a questo tipo di campionato. Ma quando vedi un ragazzo di ventun'anni a cui devi dire 'basta' perché lavora sempre, perché sta ore e ore in palestra, a calciare e a provare i movimenti, bisogna solo assecondarlo e dargli una mano, aiutarlo a migliorare. Ha una grande passione e voglia, può fare ancora molto bene. Non lo scopro io, ma è forte. Fino ad oggi non ha ancora dimostrato tutto il suo valore". Tornando alla partita, le cose sono cambiate quando nel secondo tempo è stato attuato il cambio tattico e con l'ingresso del portoghese il Milan è passato al 4-4-2: "L'ho fatto al momento giusto, altrimenti rischiavamo. Volevamo provare a vincerla, non era la prima volta che facevo questo cambio. Oggi ci è andata bene, in questo momento bisogna sfruttare i miei tre attaccanti, tutti e tre mettono impegno in settimana. Si può proporre questa soluzione quando dobbiamo vincere a tutti i costi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport