Milan, pugno duro di Gattuso: Kalinic non convocato contro il Chievo

Serie A

Peppe Di Stefano

L'allenatore rossonero ha deciso di non convocare l'attaccante croato per la partita contro i veneti: scelta tecnica, il giocatore non si è allenato bene e allora è arrivata l'esclusione. Un segnale per tutta la squadra

CLICCA QUI PER TUTTE LE FORMAZIONI

Attenzione e tensione massima. Gattuso lo dice a parole e con i fatti. Gioca chi sta bene, e resta a casa chi ha poca voglia. Escluso a sorpresa dai convocati Nikola Kalinic. Reo di aver tirato il freno a mano in allenamento soprattutto dopo aver capito (dalla divisone delle pettorine) che contro il Chievo avrebbe giocato Cutrone davanti. Gattuso l’ha prima ripreso, e ad allenamento concluso, ha deciso di non convocarlo comunicando la scelta al croato e alla squadra. Un segnale. All’ambiente e non solo ai giocatori. Avrebbe potuto anche portarlo e non farlo giocare, ma così Gattuso ha scelto di aprire e rendere pubblico un caso. E lo ha fatto senza paura delle conseguenze, come dire "come me gioca chi merita". Nonostante rispetti - e non poco - il Chievo: adesso il Milan dovrà a maggior ragione vincere. Per dare un senso alle scelte, al coraggio di Gattuso e alla rimonta in campionato. Battere il Chievo prima della sosta, per recuperare punti a chi sta davanti, energie in vista delle sfide contro Juve, Inter, Sassuolo e Napoli ed infortunati come Abate, Calabria ma soprattutto Romagnoli che per un affaticamento salterà Chievo e chiamata in azzurro.  La Champions è a un passo. Il pericolo Chievo dietro l’angolo. Servirà il vero Milan. Per dare - dopo l’esclusione di Kalinic - un altro segnale. Stavolta al campionato.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.