Sampdoria-Inter, Icardi: "Spalletti ci ha provocato e noi abbiamo risposto. La Nazionale? Giusto così"

Serie A

L'attaccante nerazzurro ha commentato così il successo strepitoso dell'Inter: "La qualità si è vista. Sono contento per la prestazione di squadra e per la partita"

ICARDI INARRESTABILELE PAROLE DI SPALLETTI

Inarrestabile oggi, Mauro Icardi, protagonista nella sfida con la Sampdoria che l’ha visto andare a segno per ben quattro volte. Reti che lo rilanciano nella classifica marcatori ma che al tempo stesso valgono anche un traguardo importante: quello dei 100 gol siglati. “Sono passato subito a 103, ci tenevo ad arrivare a 100 e poi li ho sorpassati. Sono contento per la prestazione di squadra e per la partita, alla fine al di là dei gol ciò che conta è il risultato e i tre punti. Era molto importante vincere, perché dopo la bella prestazione di sacrificio che abbiamo fatto la settimana scorsa, possiamo andare alla sosta più tranquilli e affrontare poi con più calma la prossima partita” ha detto l’attaccante argentino, intervistato da Sky Sport al fischio finale.

Prospettive di Nazionale

Il capitano è tornato sul momento negativo vissuto dalla squadra, che ora sembra soltanto un lontano ricordo: “Non so se è meglio che arrivi ora la sosta, ma siamo dei professionisti e dobbiamo far bene comunque. Dovevamo dare e fare tutti di più, ci siamo penalizzati da soli ma spero che questa partita segni un nuovo inizio per finire bene il campionato: abbiamo un obiettivo e dobbiamo arrivare lì”. Una prova di questo tipo è un messaggio forte e chiaro mandato a Jorge Sampaoli, commissario tecnico della nazionale argentina. “Ho parlato con lui, sapevo già che non mi avrebbe convocato, è giusto che dia possibilità ad altri visto che ho ultimamente ho saltato diverse partite. Poi deciderà lui” ha concluso Icardi.

"Spalletti ci ha provocato, noi abbiamo risposto"

"Ci voleva una partita così dopo la gara di sacrificio fatta con il Napoli - ha detto -. Oggi dovevamo fare noi il Napoli della situazione, abbiamo avuto il giusto approccio dal primo minuto e dal risultato si è visto. Pungolati dalle parole di Spalletti? La qualità si è vista in questo match, poi possiamo sempre migliorare. Il mister sa gestire questi momenti, ci ha provocato un po' ma abbiamo risposto - ha aggiunto -. Sono contento per questo traguardo, non me l'aspettavo. Pensavo di farne uno o al massimo due ma non quattro. In questo stadio ho fatto il primo gol in Serie A e avevo anche già fatto un poker. Si vede - conclude- che era destino che arrivassi a 103 a Marassi".

 

 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.