Verona, Pecchia: "Retrocessione? C'è amarezza, io il responsabile"

Serie A

Così Pecchia in sala stampa dopo la sconfitta contro il Milan: "Abbiamo commesso degli errori, io il responsabile di questa retrocessione. La gara con la Spal ha tolto al gruppo tutte le speranze"

La notizia era nell'aria, adesso è arrivata anche l'aritmetica. L'Hellas Verona retrocede e lascia la Serie A dopo appena un anno dalla promozione. Decisiva la sconfitta per 4-1 contro il Milan a San Siro. Tutto già deciso nel primo tempo, il gol del coreano Lee rende il passivo un po' meno pesante. L'Hellas saluta la Serie A: "C'è grande amarezza per la retrocessione - ha raccontato Pecchia in sala stampa, subito dopo la sconfitta - abbiamo commesso degli errori, è evidente". 

"Il responsabile sono io"

Così Pecchia: "Se raggiungi il risultato dovuto sei bravo, se non lo fai non sei bravo, ma sono contento perchè il presidente ha valutato il lavoro del sottoscritto. Ovviamente mi fa ancora più male perchè non sono riuscito a ripagare la fiducia". Grandi vittorie e terribili sconfitte, un Verona altalenante: "Nei momenti clou abbiamo pagato delle partite sotto tono e al tempo stesso la mancanza di esperienza, ci sono stati dei momenti in cui bisognava portare a casa i risultati e le vittorie, ma per farlo servivano gare di altissimo livello. Non siamo riusciti a mantenere il sangue freddo. E' mancata la continuità, mi responsabile".

"Commessi errori, grande amarezza"

Continua Pecchia: "Speravamo di rimanere più in partita, ma è stato un Milan forte, abbiamo subito troppo la qualità dei rossoneri. Nella ripresa abbiamo provato a tenerla viva poi alla fine è arrivato il 4-1. Nulla da dire sulla sconfitta". Tanti giovani dalla Primavera: "Ci sono ragazzi importanti che possono esordire in questo finale. Abbiamo commesso degli errori, c'è grande dispiacere per le retrocessione. E' stato un anno complicato e impegnativo, ho sempre creduto alla salvezza e la gara con la Spal è stata la sfida che ha tolto le speranze al gruppo". Bel gol di Lee, preso dal Barcellona: "Mi fa piacere per lui, ha un buon atteggiamento ogni volta che entra".

I più letti