Spal, Semplici: "Non mi importa delle altre, siamo figli dei nostri risultati. Napoli? Penso alla salvezza"

Serie A
Semplici_Spal_Getty

Le parole in conferenza stampa dell’allenatore biancazzurro in vista della prossima gara di campionato contro il Benevento: "Loro già retrocessi ma liberi mentalmente, la cosa peggiore che ci potesse capitare. Vogliamo vincere, pensiamo solo a noi stessi: non ci interessa di Chievo-Crotone". E sul futuro: "Il Napoli? Ora sono concentratissimo sulla salvezza"

SPAL-BENEVENTO, LE PROBABILI FORMAZIONI

Un’occasione importantissima per fare un altro passo verso la salvezza. Dopo l’ultimo successo esterno sull’Hellas Verona, per la Spal il prossimo esame si chiama Benevento. Gara insidiosa quella contro gli uomini di De Zerbi secondo Leonardo Semplici, soprattutto per l’attuale stato mentale dei giallorossi. E’ per questo che l’allenatore biancazzurro ha voluto mettere in guardia i suoi nella conferenza stampa di presentazione del match: "Non mi piace che si dica che dobbiamo vincere a tutti i costi – ha detto Semplici -, abbiamo già visto che se dobbiamo fare le cose per forza ci riesce tutto male. Sappiamo di affrontare una squadra in salute e che ormai è libera mentalmente, questa è la cosa peggiore che ci potesse capitare. Il Benevento è più forte di ciò che dice la classifica, dopo aver fatto un mercato importante hanno acquisito un’identità di gioco ben definita e si è visto nel girone di ritorno. E non avendo più l’assillo della retrocessione, ora giocano senza alcuna paura. Per fare punti, quindi, dovremo fare di sicuro una grande prestazione. Diabaté? E’ un giocatore forte, ma non temo solo lui, ce ne sono anche altri altrettanto temibili. Dovremo fare attenzione".

Il punto sugli infortunati e la lotta salvezza

Per la Spal diversi problemi dall’infermeria, tra le assenze più importanti quella di Manuel Lazzari. "Mancheranno alcuni giocatori – ha spiegato Semplici -, come Vaisanen, Viviani, Meret e Borriello. In più anche Floccari ha la febbre a 39 e non ci voleva. Schiattarella sarà convocato, ma ha un solo allenamento nelle gambe ed è rimasto fermo per 7-8 giorni. La sua caviglia sta meglio la non  al massimo della condizione. Salamon e Dramé, infine, tornano a disposizione. Quella di Lazzari è un’assenza pesante, lui è stato l’unico giocatore sempre impiegato perché per noi è importantissimo. Ma sono convinto che chi lo sostituirà darà il massimo". Sguardo poi alla lotta salvezza, ci sarà anche uno scontro diretto tra Chievo e Crotone: "Di quella gara a me interessa poco – ha chiarito l’allenatore della Spal -, noi siamo figli soltanto dei nostri risultati. Quindi guardiamo in casa nostra e pensiamo a fare più punti possibili. Chi rischia di più? Difficile dirlo, spero non sia la Spal. Noi pensiamo positivo e vediamo di fare una grande prestazione col Benevento".

Il futuro e l’ipotesi Napoli

In chiusura Semplici ha parlato dell’ipotesi circolata sul presunto interesse del Napoli su di lui e sul ds Vagnati: "Essere accostati a panchine tanto importanti testimonia la bontà del lavoro di tutti, a partire dalla società. Ma io adesso sono concentratissimo solo sulla Spal – ha concluso l’allenatore -, in più ho ancora un anno di contratto e qui sto benissimo. Spero di coronare questo cammino con la salvezza, sarebbe una cosa straordinaria. In questo momento tutto il resto non mi interessa, del futuro parleremo quando sarà il momento".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.