Chievo-Crotone, D'Anna: "E' stata la vittoria di Maran"

Serie A

Questo il commento dell'allenatore gialloblù dopo la vittoria contro il Crotone: "E' stata un'emozione immensa sedermi su quella panchina. Successo mio? No, di Maran. E' merito dei suoi ragazzi..."

Il Chievo doveva vincere e l'ha fatto. Amen. Troppo "esperto" in queste partite, i gialloblù sanno bene come si fa. Gestire la pressione, la portata dell'evento, l'ennesima sfida per mantenere la categoria, più volte definita "uno Scudetto". In settimana, dopo l'esonero di Maran, Lorenzo d'Anna ha preso il suo posto. Prima partita e... prima vittoria per 2-1. Birsa e Stepinski, il gol di Tumminello nel finale è riuscito soltanto ad illudere il Crotone, che adesso dovrà giocarsi la salvezza contro Lazio (nel prossimo turno all'Ezio Scida) e Napoli (in trasferta). Intanto, il Chievo vince e si porta a 34 punti, adesso altre 2 finali. Così D'Anna in sala stampa. 

"E' stata la vittoria di Maran"

“Vittoria di testa e di cuore, è la prima cosa. Mi è piaciuto lo spirito dei ragazzi e la voglia di soffrire, oltre a diverse giocate che avevamo preparato in settimana. Oggi era fondamentale vincere in casa, adesso penseremo al Bologna". Calendario favorevole per il Chievo: "Guardiamo solo alla prossima partita, dobbiamo pensare di farla bene”. Un pensiero su Maran, esonerato la scorsa settimana: "L’emozione di sedere su questa panchina è stata immensa - ha raccontato D'Anna - il fatto di ritrovare uno stadio pieno è stato un tuffo nel passato: ho rivisto lo stesso entusiasmo che c'era dieci anni fa. In questa vittoria c’è stato poco di D’Anna e tanto dei ragazzi. E di Maran, che devo ringraziare. Sono contento per il risultato finale, per come i miei calciatori hanno sofferto e creduto nella vittoria”.

Gobbi: "Abbiamo un grande gruppo!"

Sempre presente, sempre sulla fascia. Questo il Gobbi pensiero dopo la vittoria: "Il nostro è un grande gruppo, questo successo col Crotone è la dimostrazione di unità e voglia di riscattarsi. Non abbiamo mai mollato, ringraziamo mister D’Anna che ci ha dato una grande mano in settimana. Avevamo voglia di fare risultato ed oggi abbiamo tirato fuori il meglio di noi stessi. E’ una soddisfazione meritata". Ora bisogna salvarsi: "La prima cosa da fare è non guardare il calendario delle altre, dobbiamo ripartire da qui e vincere nuovamente domenica contro il Bologna".

I più letti