Roma-Juve, Di Francesco: "Vogliamo il terzo posto"

Serie A
Eusebio Di Francesco, allenatore della Roma (Getty)

L’allenatore giallorosso punta al terzo posto e non accetta scuse: "Contro la Juve non voglio un pareggio, dobbiamo arrivare terzi. El Shaarawy, Florenzi e Dzeko titolari, vogliamo migliorare il gap coi bianconeri"

ROMA-JUVE: LA DIRETTA LIVE

Un solo punto per la Champions League. La Roma sfida la Juve all'Olimpico sulle ali dell'entusiasmo. Una semifinale di Champions, la consapevolezza ritrovata, adesso i giallorossi vogliono centrare l'Europa che conta: "L'obiettivo è il terzo posto, ci teniamo moltissimo a questo traguardo". Così Di Francesco in sala stampa. 

"Vogliamo arrivare terzi, El Shaarawy titolare"

"Giocano El Shaarawy, Alisson, De Rossi, Dzeko, Florenzi, Kolarov. Ve ne ho detti tanti. E' normale che l'imput della società sia fondamentale, l'obiettivo è arrivare in Champions. Ma il desiderio è quello di arrivare al terzo posto, è questa l'ambizione che abbiamo. Ci teniamo moltissimo a questo traguardo e combatteremo per ottenerlo". Continua Di Francesco: "Non penso sia il caso di parlare di campagna acquisti, non l'ho fatto neanche in società, vogliamo arrivare in Champions League. Certo, l'allenatore è fondamentale in tal senso, perché gli altri devono capire cosa voglio". Capitolo Juventus: "Abbiamo già fatto tanti passi avanti verso la Juve, il rapporto è cambiato rispetto a prima, ma sul campo non esistono amici, compagni, colleghi. Bisogna giocare al massimo e cercare di prevalere su ogni avversario". E ancora: "Vorrei che l'Olimpico tornasse ad essere un fortino". Sul mercato: "I conti non li faccio io, li fa la società. Dobbiamo ambire ad essere migliori di così, avvicinarci agli altri. Cercare di rifare al meglio ciò che è stato fatto quest'anno". 

"Gap con la Juve? La Roma è cresciuta molto"

Alla Roma basta un punto per la Champions: "Il nostro obiettivo è fare sei punti, il segnale è quello di chiudere il campionato alla grande cercando di portare più punti possibili a casa. Conta solo chi vince e chi raggiunge obiettivi, ma noi ci proveremo. E' giusto farlo, sia per rispetto generale, sia perché lo vogliamo". Gap limato: "La Roma è cresciuta sotto tanti punti di vista, in Champions abbiamo fatto meglio di loro, qualcosa di importante abbiamo fatto, ma serve tanto lavoro. E' una squadra che non muore mai, l'ha dimostrato in campionato restando sul pezzo. Parlando un po' meno, ma facendo tanti fatti come al solito". Sull'introduzione delle squadre B: "Sono nettamente favorevole, sarebbe un grandissimo vantaggio per la crescita dei giovani, ma non mi fermo qui. Deve essere un valore aggiunto per la Serie C, porteremmo squadre importanti a giocare con squadre conosciute, note. Deve essere una vetrina per i campionati minori, mettendo dentro tante regole che non andranno a ledere società di Serie B e Serie C. Sono decisamente favorevole".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.