Napoli, Tonelli: "Se pensano agli sconfitti vuol dire che hanno temuto. Onore a noi, ci sentiamo i vincenti"

Serie A
tonelli_getty

Il difensore azzurro ha affidato ad un post su Instagram le proprie sensazioni dopo l’aritmetica conquista dello scudetto da parte della Juventus: "Se anziché pensare alla vittoria pensano agli sconfitti, vuol dire che hanno anche pensato di non farcela"

CHIELLINI: "RINGRAZIO GLI AVVERSARI, CI HANNO DATO LA CARICA"
BENATIA-MATUIDI, SFOTTO' AL NAPOLI: "E I FUOCHI?" - VIDEO 

Una corsa emozionante lunga un intero campionato, tanti capovolgimenti di fronte fino al termine della stagione, ma tra Juventus e Napoli ad avere a meglio alla fine sono stati i bianconeri. Settimo scudetto consecutivo per gli uomini di Massimiliano Allegri, che grazie al pareggio ottenuto allo stadio Olimpico contro la Roma hanno portato a quattro i punti di vantaggio sugli azzurri di Sarri ad una giornata dalla fine del campionato. Gioia incredibile in casa bianconera, delusione e rammarico per Hamsik e compagni, che a lungo avevano accarezzato il sogno di mettere le mani su uno storico titolo. A dare maggiore peso al duello tra Juventus e Napoli era stato Giorgio Chiellini, che nel postpartita di Roma-Juve aveva ringraziato gli avversari per la carica trasmessa. Parole che non sono passate inosservate tra gli azzurri.

La risposta di Tonelli

Proprio così, a rispondere alle parole di Chiellini è stato Lorenzo Tonelli, che a meno di 24 ore dalla conquista del titolo da parte della Juventus ha voluto esaltare il percorso del Napoli attraverso un post apparso sul proprio profilo Instagram ufficiale. "Quando il vincitore invece di pensare alla vittoria pensa a colui che ha sconfitto – ha scritto Tonelli - vuol dire che è stata una vittoria sofferta e che nell’arco temporale della gara ha pensato anche di non farcela! Onore a noi che usciamo sconfitti da questo campionato, ma con la sensazione di esserne i vincenti, onore a chi come noi ci ha creduto fino all’ultimo minuto. FORZA NAPOLI".

Le parole di Chiellini

"Questo è stato lo scudetto più bello insieme al primo – aveva detto Giorgio Chiellini ai microfoni di Sky Sport al termine di Roma-Juventus -, siamo ancora qua, contro tutto e tutti. Ci godiamo questo settimo scudetto e non ci rendiamo conto nemmeno noi di quello che stiamo facendo. Penso che non ci viene dato il giusto merito per quello che stiamo facendo. Tra qualche anno, quando ricorderanno questa Juve, verrà dato il giusto peso alle vittorie che stiamo raccogliendo. La prima svolta della stagione è stata la sconfitta di Genova, poi abbiamo iniziato a carburare e abbiamo fatto tre mesi dove non passava nemmeno uno spillo. Siamo andati vicini a un’impresa in Champions, ci rimane un po’ il rammarico perché è l’unico trofeo che ci manca, penso che avremmo meritato di vincere una Champions in questo grande ciclo. Abbiamo trovato le energie da dentro. La verità è che bisogna ringraziare i nostri avversari: dall’inizio della stagione hanno sempre parlato di Var, poi l’arbitro, poi il bel gioco, poi le finali, poi i fuochi d’artificio e non hanno mai smesso di darci nuova linfa. Anche quando sembravamo morti, alla Juventus non devi toccare l’orgoglio. Noi festeggiamo, gli altri sono molto tristi e avremmo meritato più rispetto da parte di tutti, e ora festeggeremo a dispetto di tutto e tutti".

Benatia, Matuidi e lo sfottò sui fuochi

Non soltanto le parole di Chiellini, dopo la vittoria del titolo due calciatori della Juventus, Medhi Benatia e Blaise Matuidi, avevano ironizzato lanciando qualche frecciatina al Napoli. Un semplice sfottò, i due bianconeri, festanti, hanno postato un video sui social con chiaro riferimento ai fuochi di artificio che erano esplosi a Napoli dopo la vittoria della squadra di Sarri nello scorso aprile contro la Juventus. "Fuochi d’artificio per noi stasera", ha detto Matuidi, "Ma per davvero", ha risposto Benatia.

Reina: "E’ finito un sogno"

Tra i giocatori del Napoli che hanno voluto affidare ai social le proprie emozioni anche Pepe Reina, che dopo il fischio finale di Roma-Juventus aveva parlato di fine del sogno per gli azzurri. "Questa sera è finito un sogno per noi. Ma vogliamo fare 91 punti – ha scritto il portiere su Twitter - ed essere fieri di quello che abbiamo fatto con tanto sacrificio IN CAMPO!". In chiusura un saluto ai tifosi, contro il Crotone Reina giocherà l’ultima partita con il Napoli prima di passare al Milan: "Ci vediamo al San Paolo per "l’ultima" con la maglia del Napoli! A testa alta ed orgoglioso di questo gruppo!".

SERIE A: SCELTI PER TE