Lazio, da Auronzo a Marienfeld: il programma estivo e i due ritiri

Serie A
Lulic_Lazio_Getty

I biancocelesti andranno nuovamente ad Auronzo dal 15 al 28 luglio (decimo anno di fila), salvo poi volare in Germania dal 4 all'11 agosto. Previste amichevoli contro Borussia Dortmund, Athletic Bilbao e Hannover

Un, due, tre… undici. Il ritiro della Lazio si svolgerà nuovamente ad Auronzo di Cadore (Veneto, provincia di Belluno). E lo farà per l’undicesima volta consecutiva: un binomio vincente, ormai consolidato, che ha gettato le basi per tutti i successi dell’era Lotito dal 2008 a oggi. Dalla Coppa Italia del 2009 alla Supercoppa dell’anno successivo contro l’Inter, fino all’ultimo trofeo di inizio agosto scorso, vinto contro la Juve all’Olimpico. Di nuovo all’ombra delle Dolomiti, quindi. Inzaghi preparerà la squadra con 4 test amichevoli: i primi due, in programma il 18 e il 22 luglio, contro squadre locali amatoriali, gli ultimi contro Triestina (25 luglio) e Spal (28). Si parte il 15, si chiude il 28. Quest’anno le sedute inizieranno una settimana dopo rispetto all’anno scorso, in quanto non ci saranno altri impegni. Tutti presenti tranne Martin Caceres e Sergej Milinkovic-Savic, impegnati nel Mondiale con Uruguay e Serbia e oggi in vacanza per un paio di settimane. 

Tappa in Germania: a Marienfeld dal 4 all’11

Auronzo ok, poi? Tappa in Germania, nuovamente a Marienfeld dal 4 all’11 agosto, un luogo già teatro di una preparazione estiva della Lazio. Nel 2014, infatti, Stefano Pioli portò i biancocelesti tra le montagne tedesche, coi giocatori quasi isolati, per preparare al meglio una stagione che si concluse con il terzo posto. Chissà, magari porterà fortuna anche a Simone Inzaghi, che l’anno scorso scelse l’Austria e la località di Walchsee. Ora la Germania. Anche qui, già fissati i primi test: triangolare con Hannover e Athletic Bilbao nella prima fase, poi un’amichevole di livello contro il Borussia Dortmund. 

Preso Valon Berisha dal Salisburgo

La prima qualità è il gioco di squadra, tant’è che lui stesso lo ricorda sempre: “Sono una mezz'ala di qualità, mi piaceva dribblare ma ora penso al gruppo”. Valon Berisha, classe ’93, sarà il terzo rinforzo della Lazio dopo Riza Durmisi e Mattia Sprocati, arriva dal Salisburgo per 7,5 milioni di euro e ha già svolto le visite mediche di rito. Giovane, nazionale kosovaro (ha anche 20 presenze con la Norvegia, poi abbandonata in favore del paese dove sono nati i suoi genitori). L’anno scorso ha segnato alla Lazio in Europa League. Un rinforzo importante per Simone Inzaghi, a caccia del ritorno in Champions League. 

SERIE A: SCELTI PER TE