Bastos: "La Lazio è come una famiglia, voglio migliorarmi"

Serie A
Bastos, difensore della Lazio (Getty)
bastos_lazio

Il centrale angolano ha parlato ai canali ufficiali del club dal ritiro di Auronzo di Cadore: "La nostra forza è il gruppo, sono molto felice. Lavoro sodo per farmi trovare pronto, l'anno scorso non mi aspettavo di segnare così tanto"

L'anno scorso ha segnato quanto un buon centrocampista: 5 gol in 28 presenze stagionali. Sicuramente tante per uno come lui, tant'è che quando glielo domandano sorride: "Sinceramente non me l'aspettavo, ma è stato bello siglare così tanti gol". Magari si ripeterà anche la prossima stagione: "Sto lavorando per farmi trovare pronto". Sorride, Bastos. Sorride e lavora duro, sotto gli occhi di Inzaghi ad Auronzo di Cadore. Sono arrivati 5 giocatori, Anderson e de Vrij hanno lasciato Roma ma Bastos ha fiducia nella squadra: "La nostra forza è sempre stata il gruppo, qui sono felice, tutti ci aiutiamo a vicenda". E' questo lo spirito in casa Lazio, pronta ad inseguire nuovamente una Champions sfumata all'ultimo. Intervenuto sulle frequenze di Lazio Style Radio, Bastos ha parlato dei prossimi obiettivi. 

"Qui sono felice, siamo un bel gruppo"

"Il tempo è buono, ottimo per lavorare. Possiamo fare un buon lavoro dopo le vacanze. Il nostro è un gruppo molto buono, stiamo sempre insieme. In molti parliamo in portoghese, ma anche con gli altri siamo tutti molto amici. La nostra è una famiglia, se qualcuno si trova in difficoltà ci aiutiamo a vicenda. Io sono felice di questo gruppo, dove tutti sono disponibili". Bastos sta lavorando duro, uno dei migliori nei test atletici: "Voglio sempre lavorare duro per farmi trovare pronto quando Inzaghi mi chiamerà per giocare". 

"Voglio sempre migliorarmi"

Un commento su Ciro Immobile: "Lui è bravo e crea sempre difficoltà ai difensori. Io cerco di dare sempre il meglio con lui per migliorarmi". Bastos è in camera da solo: "Adesso sì, così posso riposarmi un po' di più". In estate Bastos ha incontrato perfino il presidente dell'Angola: "Ero molto emozionato. Per me è stato un sogno. Stare insieme a lui è stato bello, mi ha parlato con molto affetto e sono felice per questo". I tifosi sono importanti: "E' bello averli vicino, ti aiuta molto". E sui 5 gol segnati: "Sinceramente non mi aspettavo di segnare così tanto, però sono felice. Lavoro per segnarne 6 il prossimo anno!". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche