Inter-Milan, la situazione dei nazionali rossoneri in vista del derby

Serie A

Dieci i nazionali che hanno lasciato Milanello per rispondere alle proprie convocazioni. Dopo il turno di riposo concesso da Gattuso, mercoledì è previsto il ritorno di tutti, eccezione fatta per Laxalt e Kessiè. Giovedì la prima seduta con la squadra totalmente a disposizione. Romagnoli e Cutrone verso il recupero per l’Inter, incertezza invece sulle condizioni di Caldara

PIRLO: “TIFO GATTUSO. E HIGUAIN E’ PIU' COMPLETO DI ICARDI”

DERBY, LA SITUAZIONE DEI NAZIONALI INTER
 

“Come vivo il derby? Un disastro”. Parola di… Rino Gattuso. Il campionato è fermo, ma l’allenatore rossonero forse non lo ha nemmeno capito. Troppa la voglia di arrivare a domenica sera e di sfidare l’Inter in un San Siro stracolmo. Da giocatore ne ha giocati tanti, da allenatore soltanto due. E’ finito in pareggio l’ultimo, ma il primo lo ha portato a casa (Quarti di Coppa Italia, Milan-Inter 1-0 il 27 dicembre 2017). La vuole riprovare una gioia simile Gattuso, che ci crede considerando anche il momento di forma del suo Milan. Due vittorie consecutive in campionato, dove non perde dalla rimonta subita al San Paolo alla seconda giornata. Due i successi su altrettante partite in Europa League. Adesso, però, c’è da fare i conti con la condizione fisica dei Nazionali: dieci quelli che hanno lasciato Milanello per rispondere alle rispettive convocazioni.

Come stanno i Nazionali

Può sorridere Gattuso nel guardare la sua infermeria: Romagnoli e Cutrone, infatti, stanno meglio dopo essere stati rispediti a casa dal ritiro della Nazionale. Entrambi hanno lavorato a parte a Milanello. Il primo pare aver risolto il problema al flessore che lo ha escluso dall’ultima gara di campionato con il Chievo, mentre il secondo doveva ancora smaltire gli acciacchi alla caviglia sinistra. Discorso più complesso per quanto riguarda Caldara. Il difensore, out dalla quarta giornata, è ancora alle prese con la pubalgia. Da valutare giorno dopo giorno in questa ultima settima che precede il derby.

Quando e da dove rientrano i Nazionali

Pomeriggio di riposo concesso da Gattuso ai suoi ragazzi. Gli allenamenti riprenderanno mercoledì, quando alla base torneranno tutti eccezione fatta per Laxalt e Kessiè. Il primo sarà impegnato con il Giappone dopo gli 80’ giocati con la Corea del Sud e non rientrerà prima di giovedì. Stessa sorte per l’ivoriano, che se la vedrà con la Repubblica Centrafricana nel match di qualificazione alla Coppa d’Africa. Chi sta meglio di tutti è Suso, autore di una grande partita contro il Galles: 4-1 il risultato finale, due assist e una traversa il bottino personale. La stampa e Luis Enrique lo hanno elogiato, così come aveva fatto Higuain dopo la vittoria sul Chievo. Stasera ci sarà Spagna-Inghilterra, poi Suso rientrerà a disposizione. Partita importante anche per Rodriguez , che affronterà l’Islanda. Da sottolineare i minuti giocati da Halilovic con l’Under 21 croata.
 

L'umore dei Nazionali

Non sarà dell’umore migliore Calhanoglu, che cercava di ritrovare il sorriso con la sua Turchia dopo le difficoltà di inizio stagione con il Milan. Ha giocato 90’ sia nello 0-0 con la Bosnia sia nella brutta sconfitta con la Russia in Nations League. Sconfitta anche per Calabria in Under 21 contro il Belgio, per la Svizzera di Rodriguez con il Belgio e per l’Uruguay di Laxalt con la Corea del Sud. A sorridere sarà sicuramente Donnarumma, che si sta consacrano anche con la Nazionale azzurra dopo essersi preso il Milan. Zero le reti subite con la Polonia, non male per uno che in rossonero prende gol da 13 gare consecutive. Sorridono anche Souso, ricoperto di elogi in patria, e Kessiè, che gioca ovunque va. Serviranno i suoi muscoli per regalare a Gattuso una notte piena di gioia.

I più letti