Genoa, Bessa: "Dedico il gol a mia madre, che ha sconfitto un tumore ed era qui"

Serie A

Il centrocampista rossoblù, che col suo gol ha fermato la Juventus all’Allianz Stadium, ha parlato così al termine della gara: “Abbiamo conquistato un ottimo punto contro la squadra più forte d’Italia”

BESSA BEFFA LA JUVE, IL GENOA FERMA ALLEGRI: 1-1

ALLEGRI: "LA TESTA ERA A MANCHESTER. PARI FA BENE"

Un gol dei suoi, con i tempi di inserimento perfetti, che lo rendono un centrocampista interessante per la tecnica e l’attitudine offensiva. Daniel Bessa è protagonista indiscusso, nel pareggio conquistato dal Genoa sul campo della Juventus grazie al suo colpo di testa. “Il punto è di tutto il gruppo, abbiamo affrontato la squadra più forte d’Italia degli ultimi anni ed è difficilissimo strappare un punto qui. La squadra è unita, speriamo di continuare così” ha detto il giocatore, intervistato al fischio finale da Sky Sport. Insomma, impossibile non essere soddisfatti dell’1-1 maturato: “Sono più forti in ogni zona di campo, e quindi è necessario giocare con grinta ogni pallone. Il pari è davvero un ottimo risultato”.

Dediche speciali

A nessuno è sfuggito l’abbraccio che dopo il gol Bessa ha riservato a un membro della panchina rossoblù. “Sono andato da un nostro collaboratore, è un modo per festeggiare non solo con i miei compagni ma anche con la società. La vera dedica però è per mia madre: ieri era la giornata internazionale per il cancro al seno e lei l’ha sconfitto sei anni fa. Oggi era qui e quindi il gol è tutto suo” ha spiegato un emozionato Bessa.

I più letti