Napoli Juventus, Ancelotti: "Meret non tocca Ronaldo, Rocchi doveva vedere il Var"

Serie A

Nel post partita della sfida alla Juventus, l'allenatore del Napoli ha recriminato sulla decisione di Rocchi in occasione dell'espulsione di Meret, soprattutto per il mancato uso del Var: "Il tocco non c'è, la situazione meritava un on field review. Distanza di 16 punti? Oggi si è vista che non è realistica"

SERIE A, CLASSIFICA E MARCATORI

I CALCIATORI PIÙ ESPULSI IN SERIE A

NAPOLI: CALENDARIO - RISULTATI - NEWS

 

Voleva vincere, più che per riaprire realmente il campionato per far capire che il suo Napoli, almeno in una singola partita, non è inferiore alla Juventus. Ma alla fine Carlo Ancelotti si è dovuto inchinare ai bianconeri per la seconda volta in questa stagione: 2-1, combattutissimo e pieno di episodi, dopo il 3-1, molto più netto, di 5 mesi fa all'Allianz Stadium. Ma a fine gara sono molto i rimpianti per l'allenatore degli azzurri, sopratutto per quell'episodio arrivato dopo 25 minuti di gioco che ha spaccato in due la gara, ovvero l'espulsione di Meret per fallo su Ronaldo lanciato in chiara occasione da gol dall'errore di Malcuit. Un intervento che Rocchi ha giudicato falloso senza andare a rivederlo all'on field review, cosa che Ancelotti fa capire di non aver gradito a fine gara: "Sono orgoglioso della prova, c'è il rammarico del risultato, condizionato dal rosso che è un episodio controverso. Ancora adesso non si capisce se ha toccato l'avversario e per eliminare i dubbi sarebbe stato meglio consultare il video visto che c'è, invece è stato frettoloso, anche perché c'erano molte cose da prendere in considerazione. La prima cosa certa è che Meret non tocca Ronaldo, questo è sicuro. Posso anche accettare il fatto che Rocchi punisca l'intenzione di Meret di fare fallo, anche se secondo me vuole entrare sulla palla e viene semplicemente anticipato dal portoghese. Ma in ogni caso ci sono altre cose da considerare per valutare l'eventuale rosso, come ad esempio la distanza di Allan da Ronaldo e dove finisce la palla dopo il tocco di CR7. Insomma, siccome abbiamo il video sarebbe stato molto più giusto andarlo a finire".

Ancelotti: "Distanza da Juve non realistica"

Dopo il rosso a Meret la Juve ha trovato immediatamente il vantaggio col gol di Pjanic sulla susseguente punizione, per poi raddoppiare dopo appena 11 minuti con il colpo di testa di Emre Can. Nella ripresa, soprattutto dopo l'espulsione di Pjanic a inizio ripresa, il Napoli ha reagito, trovato il gol dell'1-2 con Callejon e poi messo seriamente in difficoltà la Juventus, che quasi mai è riuscita a uscire dalla propria metà campo, meritando il pareggio ma non riuscendolo a trovare soprattutto per il palo colpito da Insigne su rigore. Insomma, una vera beffa. Arrivata al termine di una partita che consegna ai bianconeri 16 punti di vantaggio, forse troppi secondo Ancelotti: "La Juve ha fatto tantissimi punti, la distanza potrebbe anche essere realistica, ma se si tiene in conto la prova di oggi non lo è. La Juve a più 16 in ogni caso non aumenta i nostri rimpianti. La Juve ha fatto un lavoro straordinario, ma questa è una prestazione che mi rincuora, dà fiducia per il futuro più vicino e quello più lontano. Anche con la Juve in superiorità numerica ho visto un Napoli forte. La nostra stagione è positiva, abbiamo cambiato molto la squadra e il prossimo anno inseriremo altri giocatori"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport