Milan, Borini: "Tra Kessié e Biglia tutto risolto. Attenzione alla Sampdoria"

Serie A

L'attaccante rossonero ha parlato a Sky Sport, invitando l'ambiente a ripartire dopo la sconfitta nel derby: "Abbiamo perso una partita, non è un dramma. Contro la Sampdoria non sarà facile". Poi, sulla lite Kessié-Biglia: "Tutto risolto, sono cose che possono capitare in uno spogliatoio"

SAMPDORIA-MILAN LIVE

Ripartire dopo il derby, mettersi alle spalle la lite Kessié-Biglia e fare attenzione alla prossima sfida contro la Sampdoria: questi, in sintesi, i concetti espressi da Fabio Borini in un'intervista concessa a Sky Sport. L'attaccante del Milan ha invitato l'ambiente rossonero a non fare drammi dopo la sconfitta contro l'Inter: "In Italia si tende un po' a drammatizzare tutto quello che è negativo. Invece dobbiamo cercare di andare avanti e vedere quanto di positivo abbiamo fatto. Abbiamo perso una partita non so nemmeno dopo quanto tempo, non è un dramma, né la fine del mondo". Tra gli strascichi lasciati dal derby anche la questione della lite tra Kessié e Biglia; anche in questo caso però, Borini getta acqua sul fuoco: "Sono cose che nello spogliatoio possono succedere e succedono costantemente, perché si può essere d'accordo o in disaccordo, ci sono idee e lingue diverse. E soprattutto tensioni, in una partita come il derby. Però così come nascono, queste cose vengono risolte sempre nello spogliatoio: e nello spogliatoio questo malinteso è stato risolto".

"Vogliamo tutti la stessa cosa, nessuno può remare contro"

Del resto, è necessario che il gruppo sia compatto per raggiungere l'obiettivo della qualificazione in Champions League: "Vogliamo raggiungere tutti lo stesso obiettivo - ha aggiunto Borini - se qualcuno rema contro non si va da nessuna parte". Prossimo ostacolo, la Sampdoria: "Una partita non facile, a maggior ragione perché giochiamo fuori casa. Loro hanno giocatori forti e in forma, come Quagliarella. Bisogna stare attenti perché a Marassi contro la Samp siamo scivolati parecchie volte, dobbiamo eguagliare la loro voglia di vincere e la loro foga".

I più letti