Bologna, Destro: "Ho fatto una promessa a Mihajlovic. Non ci poniamo limiti"

Serie A

L'attaccante ha parlato in esclusiva a Sky Sport della stagione che verrà, con un pensiero per l'allenatore serbo, in lotta contro la leucemia: "Se sono uscito dai momenti difficili è stato grazie al mister. Gli ho fatto una promessa, voglio fermamente portarla a termine". Poi sulla squadra: "Non ci poniamo limiti, vogliamo tutto"

DENSWIL: "CI BUTTEREMO NEL FUOCO PER SINISA"

MIHA IN OSPEDALE: HA GIA' INIZIATO LA TERAPIA

LE NEWS DI SKY SPORT SU WHATSAPP

Tre mesi fa, dopo un gol al Sassuolo, Mattia Destro esultava senza freni. Via la maglietta, corsa pazza verso i tifosi e... risentimento muscolare alla coscia destra: "Per forza, non scattava così da tre anni", scherzò, a modo suo, Mihajlovic nel post gara. Ecco, il loro rapporto è sempre stato questo. Un padre con il figlio, severo ma mosso da affetto: "Ho avuto momenti difficili e se ne sono uscito è grazie al Mister. Appena arrivato, mi ha dato fiducia, mi ha spinto ad andare oltre, a dare il mio massimo. Per essere il centravanti del Bologna io sono disposto a fare tutto, ho fatto una promessa al Mister e voglio fermamente portarla a termine". Lo ha detto l'attaccante classe 1991 in esclusiva a Sky Sport. L'obiettivo per la stagione che verrà è certamente quello di segnare di più. Solo 4 reti nell'ultima Serie A, troppe poche: "Sto bene fisicamente, sono arrivato in ritiro pronto e determinato a fare un’annata importante. Mi sono dato delle priorità: dare il massimo in settimana, migliorare i miei punti deboli. Ormai mi conoscete, io sono quello che vedete, sono sempre me stesso: credetemi, cerco sempre di dare il massimo. I gol per me sono fondamentali, ma devo aiutare molto di più la squadra, mi sto impegnando per questo, per essere più continuo nella prestazione".

"Non ci poniamo limiti"

Con l'arrivo di Mihajlovic in panchina il Bologna si è trasformato in una squadra da Champions. Vittorie su vittorie, una salvezza -  che sembrava molto complicata - raggiunta con larghissimo anticipo. Adesso bisogna alzare l'asticella, anche per Sinisa, che nel frattempo lotterà contro la leucemia: "Di questa squadra mi piace tutto, questi ragazzi sono fantastici e lo staff è stupendo: lavoriamo tutti insieme per un grande obiettivo - ha continuato Destro - non ci poniamo limiti, vogliamo tutto: bisogna essere sempre positivi e giocare ogni partita all’attacco. In Serie A ci sono tante punte forti, sarà bello confrontarsi con tutti loro, saranno duelli affascinanti. Ma la sfida più importante è con me stesso, allenamento dopo allenamento. Se ce la faccio, non ho paura di nient’altro”.

I più letti