Montella dopo Fiorentina-Napoli: "Perché niente Var? E poi dicono che Chiesa simula"

Serie A

Sette gol e tante emozioni nella partita tra Fiorentina e Napoli del Franchi, ma anche qualche polemica sulle scelte arbitrali. "Queste decisioni sono incomprensibili. Non voglio più sentir parlare di Chiesa come simulatore", lo sfogo di Montella

FIORENTINA-NAPOLI 3-4: GOL E HIGHLIGHTS

RIBERY, ESORDIO SHOW CON LA FIORENTINA. VIDEO

L'OMAGGIO DI FIRENZE A COMMISSO

Esce sconfitta la Fiorentina di Montella dalla prima partita nella nuova Serie A. Tanti gol ed emozioni nel 4 a 3 finale del Franchi contro il Napoli, con qualche polemica sulle scelte arbitrali: "Voglio fare i complimenti ai ragazzi e al pubblico. Ci hanno dato credito dal primo giorno dell’arrivo di Commisso. Si può discutere all’infinito su certe scelte, ma queste sono incomprensibili. Perché bisogna complicarsi la vita? A fine primo tempo c'è un episodio di simulazione di Mertens, ma perchè non vanno a vederlo? Non voglio sentire mai più nessuno dire che Chiesa è un simulatore. Non lo è, ora basta", ha commentato l’allenatore viola. "Non si possono perdere partite del genere, lo accettiamo e andiamo avanti – ha continuato Montella - Mi tengo il bel gioco e il coraggio dei giovani. Sono orgoglioso della prestazione. C’è tanta rabbia, non è l’errore ma il ragionamento. Tutti commettono gli errori, ma il ragionamento no. Massa ci ha detto che il fallo sul Mertens l’ha visto chiaramente. La Var? Cerco di sorridere perché faccio fatica. Non ho mancato di rispetto all’arbitro, sono solo stato ammonito durante l’episodio di Ribery. Abbiamo preparato la partita in questo modo. Avevamo fiducia, sapevamo che correvamo dei rischi pressando alto. Voglio vedere questo coraggio, lavoreremo su questi errori. Dobbiamo trascinare così il pubblico". 

"Ribery sarà un grande esempio per i giovani"

"Gli errori li abbiamo sempre accettati, si accettano più volentieri senza Var. Se rivedo la partita domani starò peggio di oggi. Non c’è spiegazione. Il fallo di mano a favore nostro, la regola non la capisco. Non sono d’accordo su questo, ma oggi è stato a nostro favore, domani ci andrà contro". Sul comportamento della squadra invece: "Sono entusiasta della prestazione dei ragazzi. Hai due strade per affrontare il Napoli: o con coraggio, o chiudendoti in difesa. A me piace giocare così. Il Napoli ha sfruttato al massimo le occasioni, sono bravi nelle scelte e si conoscono da tanti anni. Mi tengo la prestazione, dobbiamo lavorare e con il tempo metteremo in ordine quello che abbiamo fatto. Ribery? Mi auguro che possa star bene dalla prossima. Sarà un grande esempio per i giovani". 

I più letti