Atalanta-Lecce, Gasperini: "Finalmente giochiamo a casa. Attenti al Lecce"

Serie A

L'allenatore felice per il ritorno a Bergamo nel rinnovato Gewiss Stadium: "Lo stadio ha un bellissimo impatto. Al di là dell'aspetto sportivo, è un'opera che rimane a tutta la città, esteticamente e architettonicamente bellissima. E che vista da Città Alta...". Gasp contro il turnover: "Gomez, Ilicic e Zapata non sono facilmente sostituibili"

FESTA ATALANTA: LE FOTO DELLA NUOVA CURVA NORD

ATALANTA-LECCE LIVE

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI

Gian Piero Gasperini parla alla vigilia della sfida contro il Lecce: "Mettiamo i punti fermi: Gomez, Ilicic e Zapata non sono così facilmente sostituibili per le loro caratteristiche. Nessuno mi metta in bocca che ogni volta dovrei fare 4-5 cambi per partito preso". L'allenatore dell'Atalanta analizza il momento dei giocatori del reparto offensivo: "Devo verificare le condizioni di Duvan. Ilicic ha doti uniche e non lo giudico certo per il rigore sbagliato con lo Shakhtar. Gomez da punta pura sarebbe snaturato rispetto al suo ruolo attuale di cucitura col centrocampo. Malinovskyi è bravo, ma non è che possano giocare in quattro davanti. Muriel ha saltato le ultime due di campionato per tonsillite". Una considerazione sull'avversario di domenica, da non sottovalutare: "Una neopromossa di qualità, a viso aperto, capace di vincere in trasferta con Torino e Spal. Falco salta sempre l'uomo. Dobbiamo essere avvelenati e determinati: una vittoria renderebbe più che positivo il bilancio in prossimità della seconda pausa per le Nazionali: finora abbiamo sbagliato solo la partita di Zagabria". A proposito di Champions Gasp è tornato anche sulla sconfitta di San Siro contro lo Shakhtar: "Il 2-1 a sfavore all'ultimo minuto falsa la prospettiva, è stata l'Atalanta di più alto livello mai vista da quando la alleno. Poter competere contro una compagine di seconda fascia in coppa è un volano per l'intera stagione e per la crescita tecnica". Sulla formazione, l'allenatore nerazzurro non si sbilancia: "Kjaer? Oggi ho intenzione di metterlo in campo, domani chissà. A Roma ha fatto molto bene. E' arrivato solo il 31 agosto, poi è andato via quasi subito per la nazionale e lunedì ci va di nuovo. E per spostare quei tre davanti serve tanta roba. Scende in campo la formazione migliore". Che si ritrova il problema del rigorista dopo martedì sera a San Siro: "Ilicic di solito li mette, abbiamo Muriel e Malinovskyi in subordine". La squadra tornerà a giocare a Bergamo nel Gewiss Stadium con la Curva Nord rifatta (9.121 posti a sedere coperti). "Lo stadio nuovo ci regala una motivazione in più. Il non dover prendere sempre il pullman ci evita la partenza il giorno prima e magari il rientro di notte. Un impianto bellissimo con un impatto straordinario, ma anche un'opera per tutta la città". Stadio rinnovato nel quale l'Atalanta ha svolto l'allenamento della vigilia.

I più letti