Inter, per Sanchez confermata lussazione del tendine della caviglia: rischia 3 mesi stop

Serie A

Gli esami ai quali è stato sottoposto l'attaccante cileno hanno confermato la lussazione del tendine peroneo della caviglia sinistra. Sanchez, infortunatosi durante l'amichevole del Cile contro la Colombia, svolgerà nuovi accertamenti a Barcellona. A quel punto si deciderà se intervenire chirurgicamente: sicuramente non sarà a disposizione prima della sosta di novembre, in caso di operazione tornerà dopo la sosta natalizia

Non arrivano buone notizie per l'Inter. Confermate le brutte impressioni della vigilia per Alexis Sanchez, che ha subìto un infortunio durante l'impegno amichevole della Nazionale cilena contro la Colombia: il giocatore ha riportato una lussazione del tendine peroneo della caviglia sinistra. In attesa di nuovi accertamenti che verranno svolti nella giornata di mercoledì 16 ottobre a Barcellona, è certo che l'attaccante sarà costretto a rimanere fuori almeno fino alla sosta di novembre. Se non dovesse prevalere la voglia di seguire una terapia conservativa come spera il giocatore e dunque dopo il consulto con il professor Cugat emergesse la necessità di intervenire chirurgicamente, Sanchez rischierebbe uno stop di circa 2 mesi e mezzo-3 mesi: in questa seconda ipotesi il ritorno in campo sarebbe previsto dopo la sosta natalizia.

Ma aspettiamo comunque il consulto di domani con Cugat. Il report medico

Dopo le prime impressioni che non lasciavano presagire nulla di buono, a confermare l'infortunio di Sanchez sono stati gli esami strumentali ai quali è stato sottoposto il giocatore una volta rientrato in Italia. "Accertamenti clinici e strumentali per Alexis Sanchez - si legge nel report medico pubblicato dalla società nerazzurra sul proprio sito ufficiale - presso l'Istituto Humanitas di Rozzano. Gli esami hanno evidenziato la lussazione del tendine peroneo lungo della caviglia sinistra. Nella giornata di mercoledì il giocatore effettuerà a Barcellona un ulteriore consulto con il professor Ramon Cugat, per decidere se intervenire chirurgicamente".

Quali partite salterà Sanchez?

Considerando che il problema accusato da Sanchez richiede almeno un mese e mezzo di stop, l'attaccante cileno salterà certamente le gare di campionato dell'Inter contro Sassuolo, Brescia e Bologna in trasferta e contro Parma ed Hellas Verona in casa. Inoltre il Niño Maravilla sarà out anche nella doppia sfida di Champions League contro il Borussia Dortmund, probabilmente decisiva per i nerazzurri ai fini della qualificazione. Nel caso in cui dopo il consulto con il professor Cugat a Barcellona si decidesse di intervenire chirurgicamente, i tempi di recupero per Sanchez si allungherebbero notevolmente. Il cileno rientrerebbe dopo la sosta natalizia e salterebbe dunque anche i match interni di campionato contro Spal, Roma e Genoa e la trasferta contro la Fiorentina, oltre che le rimanenti due gare di Champions contro Slavia Praga e Barcellona.

I più letti