Nainggolan, gol in Cagliari-Spal con dedica: "È per mia moglie"

Serie A

Nainggolan segna un gol capolavoro in Cagliari-Spal e lo dedica alla moglie che sta lottando contro una brutta malattia. I sardi volano a 14 punti in classifica, record nell'era a 3 punti. Il centrocampista ex Inter ringrazia l'ambiente: "A Cagliari mi hanno riaccolto come un figlio adottivo"

Il Cagliari vola a 14 punti in campionato e si porta a solo due lunghezze dal quarto posto occupato dal Napoli. Protagonista della partita vinta per 2-0 contro la Spal è stato Radja Nainggolan, che ha segnato il gol dell’1-0 con un gran tiro da fuori area, il suo primo gol della stagione nella nuova vita in Sardegna.

La dedica speciale

Il centrocampista ex Inter ha parlato nel post partita ai microfoni di Sky Sport ed era visibilmente emozionato quando ha dedicato il gol alla moglie: "Il gol è per Claudia. E' un momento particolare per lei". Claudia Lai, lo scorso 11 luglio, con un post su Instagram aveva rivelato di avere un tumore: "Da oggi inizierò un nuovo percorso della mia vita... la chemioterapia. In bocca al lupo a me e a tutte le persone che stanno vivendo il mio stesso incubo". 

Una statistica curiosa

Con la rete alla Spal, Nainggolan ha segnato “in casa” per il Cagliari in ben 4 stadi diversi. Il 31 ottobre 2010 segnò al Sant’Elia in Cagliari-Bologna. Nel 2012 è stato il turno dell’IS Arena, sempre contro il Bologna. Il terzo stadio casalingo ad assistere ai gol del Ninja fu il neutro di Trieste Nereo Rocco nel 2013, con due gol contro Atalanta e Inter. Questa volta il turno della Sardegna Arena. "Siamo contenti della prestazione - ha detto -. Stiamo migliorando, la classifica è buona. C'è entusiasmo, speriamo di andare avanti così. Questo è l'anno del centenario, dobbiamo fare le cose per bene. Mi godo la vita ogni giorno e cerco di essere sempre felice".

"Tornare a Cagliari è stata una scelta facile"

Il centrocampista del Cagliari prosegue fissando gli obiettivi per questa stagione: "Dobbiamo salvarci, poi chissà dove possiamo arrivare. Non siamo partiti bene, ma ce l'aspettavamo, non era facile con così tanti giocatori nuovi. Adesso stiamo raccogliendo buoni risultati, e la classifica sta parlando. Ho sempre fatto il massimo qua e sono sempre stato apprezzato per questo. Tornare a Cagliari è stata una scelta facile, mi hanno riaccolto come un figlio adottivo".

I più letti