Brescia-Inter, Conte: "Macchina al limite dei giri. Giocano sempre gli stessi"

Serie A

L'allenatore nerazzurro dopo il successo sul Brescia: "Troppe gare ravvicinate sono un'anomalia, nessuno ha giocato così tanto come noi. Sono da 4 mesi qui e ora ho chiaro cosa serve per rinforzarci. La classifica non deve farci chiudere gli occhi, stiamo andando oltre le aspettative"

Una vittoria sofferta che però regala all’Inter altri tre punti e il primo posto solitario in classifica, in attesa di conoscere il risultato della Juventus in campo mercoledì contro il Genoa. "Diventa difficile parlare della partita, è la quarta gara in nove giorni, con sempre gli stessi giocatori che vanno in campo. Non mi interessa aver giocato bene o male, ci prendiamo i tre punti", l’analisi ai microfoni di Sky Sport di Antonio Conte dopo la vittoria per 2-1 al Rigamonti contro il Brescia. "I ragazzi hanno fatto una fatica incredibile. In questa gara si è fatto qualcosa di straordinario e importante, qualsiasi situazione va bene. A volte bisogna saper vincere con sofferenza e lo abbiamo fatto su un campo difficile. Voglio fare i complimenti al Brescia e a Corini. Devo solo ringraziare i miei ragazzi per l’impegno che hanno messo. Ora c’è bisogno di recuperare perché siamo a metà del percorso. Saranno 7 gare in 20 giorni, un'anomalia, non ho visto altre squadre che hanno avuto lo stesso calendario. Mi sembra molto strano", ha aggiunto l’allenatore dell’Inter.  

 

IL VIDEO. Brescia-Inter: gol e highlights

 

"Da 4 mesi qui, ora ho chiaro cosa serve per migliorarci"

"Le parole di Marotta sul mercato? Non devo essere rasserenato, ma bisogna fare tesoro di quello che può capitare durante il percorso. Sono da 4 mesi dentro il pianeta Inter e sto iniziando a conoscere tutto, cosa che a giugno non potevo sapere. Ora ho la situazione chiara, dobbiamo cercare di migliorare. Siamo in testa alla classifica, ma stiamo portando la macchina al massimo dei giri", le parole di Conte. "La classifica non deve farci chiudere gli occhi, bisogna capire che possiamo migliorare, sempre se vogliamo fare qualcosa di importante per il futuro. Le vittorie non devono farci chiudere gli occhi, stiamo andando oltre le aspettative". Conte poi torna sulle tante gare ravvicinante: "Quando giocano sempre gli stessi l’infortunio è dietro l’angolo, per questo sono preoccupato. Ma qualsiasi allenatore lo sarebbe al posto mio".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche