Probabili formazioni Serie A della 10^ giornata: ultime news dai campi

Serie A

Tutte le news e le ultime notizie direttamente dagli inviati di Sky Sport. C'è chi cambia e chi conferma. I rebus del turno infrasettimanale non sono del tutto sciolti. Sarri lascia a casa Pjanic e Higuain. Napoli con Mertens favorito e Insigne in panca. Fiorentina in emergenza. Tolta la squalifica a Magnanelli. Pioli pensa a qualche cambio

SERIE A, LA 10^ GIORNATA LIVE

Lunedì di riposo prima di riprendere la scorpacciata di pallone che, tra campionato e Coppa, dura da un bel po' di tempo. Il turno infrasettimanale porta con sé dubbi ma anche rischi. Allenatori che ruotano, titolarissimi che tirano il fiato. Insomma, il fantallenatore deve riuscire ad azzeccare molte scelte perchè il rischio di rimanere fregati è abbastanza alto.

E' chiaro che in soccorso arriva la squadra di inviati di Sky Sport che è sempre pronta a riportarci tutti ciò che succede nei vari ritiri. Date uno sguardo anche agli squalificati di questo turno dal momento che il giudice ha fermato ben tre giocatori che non avevano ricevuto un cartellino rosso (uno non aveva nemmeno messo piede in campo).

Fatto ciò tenete sempre d'occhio questa pagine. Le notizie sono in costante aggiornamento. L'obiettivo è quello di farvi scegliere bene, senza fregature, sia su Superscudetto, che nelle leghe private. Occhio quindi alle news, che possono cambiare da un momento all’altro. Noi saremo sempre qui a darvi gli ultimi ragguagli.

 

TUTTE LE PROBABILI FORMAZIONI  

VIDEO. PARMA-VERONA: GOL E HIGHLIGHTS

NAPOLI-ATALANTA, mercoledì ore 19

Napoli, Ancelotti perde Malcuit. Insigne in panca?

Lesione del legamento crociato anteriore e del menisco mediale del ginocchio destro. Questo il brutto responso legato alle condizioni di Malcuit che starà fuori per un po' di tempo. In difesa rientra Maksimovic con Luperto probabilmente dirottato a sinistra. Ancora out Manolas. In mezzo pronto a tornare Zielinski ma il grande escluso potrebbe essere Insigne. Fabian Ruiz infatti è in pole per un posto a sinistra. In attacco c'è Mertens e sono in risalita le quotazioni di Lozano. Indispoibile anche Ghoulam
 

 

Napoli (4-4-2) probabile formazione: Meret, Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Luperto; Callejon, Allan, Zielinski, Fabian Ruiz; Mertens, Lozano

 

Atalanta, i dubbi? Palomino, Masiello e...Muriel

La Dea è prontissima per continuare a macinare gol, punti e record e Napoli sarà un banco di prova notevole. Gasperini deve decidere se convocare e utilizzare Palomino e Masiello che sono i due veri dubbi della vigilia. Entrambi non stanno benissimo e il tecnico nerazzurro spera di recuperarne almeno uno. Attenzione anche all'attacco: con Zapata fuori, Muriel sta facendo gli straordinari e non è totalmente escluso che possa iniziare dalla panchina. Ripetiamo: non è sicuro ma non è neppure certo che il colombiano parta titolare al 100%.

 

Atalanta (3-4-1-2) probabile formazione: Gollini; Toloi, Djimsiti, Masiello; Hateboer, Pasalic, Freuler, Gosens; Gomez; Ilicic, Muriel

CAGLIARI-BOLOGNA, mercoledì ore 21

Cagliari, Maran pronto a cambiare in difesa

Cacciatore era rimasto fuori dalla lista dei convocati per la sfida pareggiata a Torino. Il difensore però dovrebbe tornare a disposizione ed entrare in ballottaggio per un posto nell’XI titolare. Ceppitelli ha stretto i denti; magari riposerà contro il Bologna. Nel caso è pronto Klavan. In mezzo Castro e Rog puntano a riconquistare una maglia da titolare ma occhio perché ‘El Pata’ può anche dare il cambio a Nainggolan. Difficile che là davanti cambi qualcosa a meno che Maran non schieri il 4-3-2-1.

 

Cagliari (4-3-1-2) probabile formazione: Olsen; Faragò, Pisacane, Klavan, Pellegrini; Nandez, Cigarini, Rog; Nainggolan; Joao Pedro, Simeone

Bologna, Orsolini unica novità?

Nella sfida vinta domenica all’ora di pranzo c’è stato l’esordio da titolare di Skov Olsen; contro il Cagliari però è pronto a tornare Orsolini che si riprenderà la titolarità nel tridente dietro alla punta. Palacio ha impressionato nell’ultima uscita ma potrebbe aver bisogno di un giro di riposo con Santander favorito per fargli da vice. A centrocampo Medel non recupera e ci sono 3 giocatori per una maglia.

 

 

Bologna (4-2-3-1) probabile formazione: Skorupski; Mbaye, Danilo, Bani, Krejci; Svamberg, Dzemaili; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio

 

JUVENTUS-GENOA, mercoledì ore 21

Juventus, out Pjanic e Higuain. Torna Douglas Costa

Dopo il pareggio a Lecce la Juventus vuol tornare subito a vincere. Cristiano Ronaldo, dopo il turno di riposo, sarà regolarmente titolare. Al suo fianco favorito Dybala dato che Higuain ha subito un colpo alla testa. Gli esami hanno dato esito negativo ma il Pipita non ci sarà: riposo precauzionale per lui. Nessun problema serio nemmeno per Bentancur; buone nuove anche sul fronte Pjanic che annuncia "tutto bene" ma anche lui non è stato convocato. Tornano a disposizione invece Ramsey e Douglas Costa. Nell'infrasettimanale Sarri continua con il 4-3-1-2 e poche variazioni sul tema. Bernardeschi trequartista. In difesa né Danilo né De Sciglio ma Cuadrado basso. Rugani favorito su de Ligt mentre Bentancur sarà il vice Pjanic

 

 

Juventus (4-3-1-2) probabile formazione: Buffon; Cuadrado, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Khedira, Bentancur, Matuidi; Bernardeschi; Dybala, Ronaldo

 

Genoa, provato il 4-3-2-1. Assente Lerager

Dopo la vittoria da record contro il Brescia, c’è lo scoglio Juventus per Thiago Motta. Il neo tecnico dovrebbe schierare i suoi con un 4-2-3-1. Non ci sarà Lerager che, al pari di Criscito, Sturaro, Favilli e Pajac, è indisponibile. In difesa si giocano una maglia Zapata ed El Yamiq mentre due dei tre subentrati contro il Brescia, dovrebbero essere promossi titolari. Altro ballottaggio quello tra Agudelo e Saponara.

 

Genoa (4-2-3-1) probabile formazione: Radu; Biraschi, Romero, Zapata, Ankersen; Schone, Radovanovic; Pandev, Agudelo, Kouamé; Pinamonti

LAZIO-TORINO, mercoledì ore 21

Lazio, massiccio turnover in arrivo

L’ottimo impatto di Jordan Lukaku, protagonista con l’assist vincente per Immobile nel posticipo della 9a giornata, potrebbe non bastare all’esterno belga che sarà ancora utilizzato come arma a gara in corso. Luiz Felipe e Bastos si candidano per un posto in difesa anche se al momento nessuno dei due sembra avanti nel ballottaggio con Patric e Radu. A centrocampo va verso la titolarità Cataldi con Jony che insidia Lulic. Anche Lazzari potrebbe lasciare il posto a Marusic. Davanti Caicedo spera di affiancare Ciro Immobile.

 

 

Lazio (3-5-2) probabile formazione: Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic, Cataldi, Luis Alberto, Lulic; Caicedo, Immobile

 

Torino, Zaza spera nel gol ‘promozione’

La gara di Iago Falque, per vari motivi, è durata 45 minuti. L’ingresso di Zaza ha permesso al Torino di trovare la rete del definitivo pareggio e l’attaccante azzurro spera che il sigillo contro il Cagliari possa servire per tornare titolare al fianco di Belotti. Con questo tandem d’attacco è difficile pensare al tridente. Con Verdi le soluzioni possono essere più varie. In mezzo si potrebbe rivedere Meité mentre in difesa Lyanco è in pole.

 

Torino (3-5-2) probabile formazione: Sirigu; Izzo, Nkoulou, Lyanco; De Silvestri, Baselli, Rincon, Meité, Ansaldi; Zaza, Belotti

SAMPDORIA-LECCE, mercoledì ore 21

Sampdoria, tre ballottaggi per Ranieri

La sorpresa di Ranieri contro il Bologna è stata sicuramente Leris titolare di centrocampo. Il tecnico ex Roma sta ancora cercando il giusto assetto e le giuste combinazioni, soprattutto in mezzo al campo ed è lì che qualcosa, rispetto al passato potrebbe cambiare. Depaoli, smaltita l’influenza, ha giocato 45 minuti più che discreti e contro il Lecce potrebbe spuntarla lui dal primo minuto. Anche Ekdal viaggia verso la titolarità. In attacco Gabbiadini, dopo il bel gol segnato, dovrebbe conservare il posto. Jankto è in ballottaggio con Caprari, Bertolacci con Vieira e Rigoni con Depaoli

 

Sampdoria (4-4-2) probabile formazione: Audero; Bereszynski, Murillo, Colley, Murru; Rigoni, Bertolacci, Ekdal, Jankto; Ramirez; Gabbiadini, Quagliarella

Lecce, problema per Majer

A Marassi andrà in scena una sfida davvero delicata e molto probabilmente Liverani si affiderà al Lecce molto simile a quello visto a San Siro conto il Milan Falco quindi è pronto a tornare titolare anche perché Farias, domenica, è stato l’unico giocatore a restare a riposo causa infortunio e a non prendere parte al primo allenamento. Tabanelli scalpita ma in mezzo al campo la concorrenza è tanta. Lapadula contro la Juventus è entrato bene, dando a Liverani le risposte che chiedeva. Possibile quindi che entri in ballottaggio per un posto in attacco. In dubbio c'è Majer che deve recuperare da un'infiammazione

 

Lecce (4-3-1-2) probabile formazione: Gabriel; Meccariello, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis, Tabanelli; Mancosu; Falco, Babacar

SASSUOLO-FIORENTINA, mercoledì ore 21

Sassuolo, ricorso vinto per Magnanelli

De Zerbi e il Sassuolo sono tornati al lavoro dopo la vittoria di Verona. A parte Bourabia, Chiriches, Ferrari, Mazzitelli, Pegolo e Rogerio. Il che significa che per la gara contro la Fiorentina il solo a recuperare è Tripaldelli. Romagna cerca la conferma al centro della difesa. Il  4-2-3-1 può avere un seguito a patto che certi interpreti non debbano rifiatare. Caputo, fuori dall’XI titolare contro il Verona, mira a riavere il posto in attacco. Anche Traoré, in panchina per tutti i 90 minuti dell’ultimo match, spera di poter riassaporare la titolarità ma c’è da battere la concorrenza del match winner di Verona anche se con De Zerbi sappiamo che non esiste un sistema fisso e sempre uguale per ogni partita. Magnanelli era stato squalificato ma il ricorso presentato è stato vinto e quindi il centrocampista è a disposizione

 

Sassuolo (4-3-1-2) probabile formazione: Consigli; Toljan, Marlon, Romagna, Peluso; Duncan, Obiang, Locatelli; Traoré; Berardi, Caputo

Fiorentina, emergenza dietro. Tre giornate a Ribery

Il finale nervoso della sfida contro la Lazio è costato caro a Ribery, fermato dal giudice sportivo per 3 giornate. Boateng è pronto a tornare titolare dall’inizio ma è dietro il vero problema: Caceres e Lirola sono infortunati mentre Ranieri ha rimediato un rosso e dovrà scontare una giornata di squalifica. Due soluzioni possibili: o Ceccherini con Milenkovic e Pezzella, oppure il ritorno alla difesa a 4 con uno tra Venuti e Milenkovc largo a destra e Dalbert basso.

 

Fiorentina (4-3-3) probabile formazione: Dragowski; Venuti, Milenkovic, Pezzella, Dalbert; Benassi, Pulgar, Castrovilli, Sottil, Boateng, Chiesa

UDINESE-ROMA, mercoledì ore 21

Udinese, cambio obbligato dietro ma non solo

Il rosso a Opoku toglie il difensore dalla prossima contesa con i giallorossi di Fonseca. Ter Avest dovrebbe tornare a presidiare la fascia destra a meno che Stryger Larsen non recuperi per tempo. Dopo il 7-1 di Bergamo però i cambi non paiono essere finiti. Sempre in difesa potrebbe toccare a De Maio. Fofana sembra essere in pole per tornare dal 1’ in mediana. Tudor potrebbe anche avanzare De Paul rinunciando a una punta di ruolo.

 

Udinese (3-5-2) probabile formazione: Musso; Becao, Troost-Ekong, Samir; Ter Avest, De Paul, Jajalo, Fofana, Sema; Okaka, Nestorowski

Roma, Spinazzola c'è

Il suo infortunio contro il Milan aveva fatto preoccupare non poco ma Spinazzola ci sarà a Udine. Il difensore ha lasciato anzitempo il campo contro il Milan ma come detto la situazione è rientrata. Detto che torna Kluivert dopo aver scontato il turno di squalifica, il resto dipenderà quesi esclusivamente dai recuperi di Under e Mkhitaryan. Il ritorno di Kluivert dovrebbe essere l'unica novità con Pastore in staffetta con Perotti. Possibile anche l'impego di Cetin.

 

 

Roma (4-2-3-1) probabile formazione: Pau Lopez; Spinazzola, Fazio, Smalling, Kolarov; MAncini, Veretout; Zaniolo, Pastore, Kluivert; Dzeko

 

MILAN-SPAL, giovedì ore 21

Milan, difficile che Pioli faccia 3 su 3

A Roma Stefano Pioli aveva confermato in blocco l’XI titolare visto al suo esordio sulla panchina del Diavolo. Per diversi motivi (risultati e stanchezza in primis), contro la Spal ci saranno quasi sicuramente delle rotazioni. In mezzo al campo Krunic e Bennacer puntano alla ‘promozione’. In attacco invece c’è sempre il solito dilemma: Piatek o Leao?

 

Milan (4-3-3) probabile formazione: Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Hernandez; Kessie, Bennacer, Paquetà; Suso, Piatek, Calhanoglu

Spal, rientri e ballottaggi per Semplici

Valdifiori, Cionek, Floccari e Sala. Sono 4 nomi papabili di titolarità. Con Di Francesco che non dovrebbe recuperare per il posticipo dell’infrasettimanale, Semplici potrebbe variare un elemento in ogni reparto. Tra i quasi sicuri del posto c’è sicuramente Floccari. Strefezza, di rientro dalla squalifica, era stato titolare contro il Napoli ma a distanza di 3 giorni, Reca potrebbe risoffiargli il posto.

 

Spal (3-5-2) probabile formazione: Berisha; Cionek, Vicari, Tomovic; Sala, Missiroli, Valdifiori, Kurtic, Reca; Floccari, Petagna

SERIE A: SCELTI PER TE