Eto'o: "Inter, non solo scudetto. Puoi vincere anche la Champions League"

Serie A

L'ex bomber nerazzurro risponde alle domande sul problema del razzismo sottolineando le responsabilità dei politici, dei presidenti dei club, della federazione e della Lega. Sull'Inter di Conte invece: "Non è solo da scudetto, anche da Champions League"

Samuel Eto'o è tornato a parlare sulla questione del razzismo negli stadi italiani e della sua Inter. A margine del Vanity Fair Stories Festival, l'ex giocatore nerazzurro ha difeso la scelta fatta da Balotelli a Verona, proponendo una soluzione per risolvere il problema: "Non penso che il calcio italiano stia vivendo un periodo più difficile rispetto al passato. Penso che la vera emergenza siano i politici che strumentalizzano anziché risolvere certi problemi. Non credo che l'Italia abbia un problema di razzismo. A Milano basta andare in via Montenapoleone per vedere quante persone di origine africana vi lavorano. Lo stesso non accade a Parigi o Londra. Certo che Balotelli ha fatto bene a reagire così. Non fraintendetemi: l'avrei fatto anch'io. Sto dicendo che, se nel calcio italiano c’è un problema di razzismo, allora c’era anche in passato" ha detto l’ex Barcellona a Sky Sport. 

"Inter non solo da scudetto"

“La mia impressione è che sembri più grave perché ci sono dei politici che lo cavalcano – ha continuato Samuel Eto’o - Mario ha avuto la stessa reazione che avrei avuto io come milioni di altri giocatori. Ma c’è un fatto: Mario è italiano. Io una proposta l'ho fatta e la sanno tutti. Più che i calciatori la questione riguarda i presidenti, la Federazione, la Lega. Si nascondono. E non si prendono le loro responsabilità. Devono reagire". Poi una battuta sull'Inter di Conte e sui possibili obiettivi di stagione: "Non è solo da scudetto ma può vincere anche la Champions League".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche