Lazio, Inzaghi: "Terzo posto nostro? Ancora presto. Onore ai ragazzi"

Serie A
©Getty
inzaghi getty-3

Simone Inzaghi ha parlato nel post partita dopo la vittoria 1-2 della sua Lazio contro il Sassuolo: "Abbiamo portato a casa il risultato, ma dovevamo farlo prima del 91'. Ero molto arrabbiato a fine primo tempo per il gol subito"

La Lazio vince in trasferta contro il Sassuolo e mantiene il terzo posto in classifica. Juventus e Inter sono le uniche due squadra davanti ai biancocelesti, che hanno segnato almeno due gol in otto partite di fila campionato, eguagliando il proprio  record nella competizione stabilito nel 1936/37. A fine partita mister Inzaghi si dice soddisfatto: "Nel primo tempo abbiamo fatto molto bene, siamo andati in vantaggio e abbiamo aggredito al meglio la loro area, ma non siamo stati abbastanza cinici e abbiamo preso un gol fotocopia rispetto a quello che abbiamo preso dal Lecce e certi errori non ce li possiamo permettere. Caiceido veniva da quindici giorni strepitosi e avevo gia' pensato di farlo giocare dall'inizio, ma avendo Immobile a questi livelli è dovuto venire in panchina. Il suo lo ha comunque fatto e il doppio centravanti nel finale mi ha dato modo di trovare maggiore profondità. Abbiamo portato a casa il risultato, ma dovevamo farlo prima del 91'. Ero molto arrabbiato a fine primo tempo per il gol subito. Terzo posto consolidato? È ancora presto, ci siamo noi e anche gli altri, ogni giornata le cose possono cambiare".

"Pippo sta facendo grandi cose a Benevento"

"Io guardo avanti - prosegue l'allenatore - a Roma c'è stata qualche polemica per alcuni risultati mancati. Ero molto tranquillo perché avevo detto che continuando a giocare come giocavano, sarebbero arrivate soddisfazioni. Questa è la quinta vittoria di fila e ora voglio vincerne subito un'altra. Giovedì c'è il Cluj in Europa League, ce la giocheremo e dobbiamo sempre guardare avanti. Bisogna alzare la famosa asticella" In conclusione c'è spazio anche per una battuta su suo fratello Pippo, primo in Serie B con il Benevento a 28 punti: "Sta facendo grandi cose mostrando un grandissimo gioco, a memoria non ricordo una squadra di Serie B che dopo 13 partite ha sei punti di vantaggio sulla seconda. Lui è molto bravo e presto tornerà in Serie A".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche