Cagliari-Ragatzu, ritorno al futuro: "Il gol? Un sogno atteso da tanti anni"

Serie A
©LaPresse

Maran rispolvera l'attaccante che non segnava in rossoblù dal 2011 e il Cagliari acciuffa il pari in extremis contro il Sassuolo: "Emozione indescrivibile, ci ho messo cuore e testa. Ora voglio godermi il ritorno a casa"

Ancora una domenica in zona Champions, un Cagliari che non muore mai, un gruppo dalle mille risorse. L'ultima? Daniele Ragatzu, il figliol prodigo tornato a casa. E al gol, in Serie A e con la maglia rossoblù, otto anni e mezzo dopo l'ultima volta (6 marzo 2011, stadio Dall'Ara, altro 2-2 sulla Via Emilia). "Una soddisfazione incredibile, tornare e segnare la rete decisiva nel finale", le parole dell'attaccante classe '91 ai microfoni di Sky Sport, dopo il pareggio in casa del Sassuolo. "Ci ho messo cuore e testa: ci siamo riscattati e il punto portato a casa è fondamentale. Spero di sfruttare al meglio l'opportunità di giocare di nuovo a casa mia". Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano, diceva Galliani su Kakà. E proprio contro il Milan, Ragatzu segnava nel 2010 il suo primo gol al Sant'Elia. Un avvio di carriera che sembrava da predestinato, e invece è finita presto in un limbo: i prestiti, gli infortuni, le serie minori. Solo nell'ultimo triennio all'Olbia, in C, Ragatzu riesce a trovare continuità (103 partite e 35 reti). "Ma non dò la colpa a nessuno, solo a me stesso: in certi frangenti forse avrei potuto dare di più", la sincera spiegazione dell'eroe di giornata.

"In gol anche mio fratello? Weekend d'oro per i Ragatzu"

Non solo un'altra rimonta del Cagliari (dopo il 4-3 alla Samp, dove il protagonista all'improvviso era stato Cerri), anche la doppia gioia personale per il man of the match del Mapei Stadium. Perché mentre Daniele segnava il gol del 2-2, il fratello Mauro, 36 anni, faceva lo stesso con la maglia della Nuorese, in Serie D: "Un bel fine settimana per noi, sono felice", sorride Ragatzu jr. "L'emozione di oggi è la più bella di tutte, supera anche quella per i primi gol segnati con questa stessa maglia tanto tempo fa. Non ci sono parole per descriverla. Ho realizzato il mio sogno: è un momento che aspettavo da anni, ora me lo voglio godere".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche