Compleanno Mihajlovic, gli auguri del Bologna per i 51 anni dell'allenatore. VIDEO

compleanno

Giocatori, staff e dirigenti del Bologna hanno fatto gli auguri di buon compleanno all'allenatore per i 51 anni con un video pubblicato sul canale Youtube del club. Tra i messaggi più significativi per Mihajlovic quelli del presidente Joe Saputo e di Walter Sabatini

Il Bologna e gli auguri di compleanno in tutte le lingue. Destinatario Sinisa Mihajlovic, che oggi, giovedì 20 febbraio, festeggia i 51 anni. Il club di Joe Saputo ha dedicato all’allenatore un video di oltre 7 minuti diffuso sul canale Youtube in cui tutta la famiglia rossoblù, dai giocatori allo staff tecnico, dai magazzinieri ai dirigenti, ha voluto fare gli auguri al serbo con un messaggio personale. C’è chi come Poli ha mandato un messaggio in serbo e chi, come Tomiyasu e Skov Olsen, ha preferito la propria lingua madre. Un messaggio universale tra "buon compleanno" e "ti voglio bene", chiuso con le parole del presidente Saputo. "Sono estremamente orgoglioso che tu sia il nostro allenatore – dice il patron rossoblù -. La determinazione che dimostri ogni giorno è incredibile e tutti noi dovremmo imparare da questo. Da parte della mia famiglia ti auguro tutto il meglio, ma come dico sempre ti voglio in salute. La salute al primo posto. Grazie e buon compleanno". L’allenatore rossoblù, reduce da un periodo molto complicato della sua vita dopo la leucemia e il trapianto di midollo osseo, è ormai un’icona a Bologna e ha costruito con squadra e staff un legame speciale che va aldilà del calcio. 

Sabatini: "Avrei voluto conoscerti prima"

Tra i messaggi più sentiti quello del coordinatore dell’area tecnicaWalter Sabatini: "Sai che ti voglio bene, così come te ne vuole la mia famiglia – esordisce l’ex dirigente di Roma e Inter -. L’unico rammarico è di averti conosciuto solo adesso, se ti avessi incontrato dieci anni fa sono sicuro che mi avresti migliorato come direttore sportivo. Ho fatto cose importanti in carriera, ma con te avrei potuto fare ancora meglio". 

I più letti