Inter verso la ripresa, ma slitta l'inizio degli allenamenti: mercoledì o giovedì

Serie A
Andrea Paventi

Andrea Paventi

Anche l'Inter si muove per la ripresa degli allenamenti, per ora individuali, ad Appiano Gentile. Ma prima di inizare a correre sono necessari alcuni giorni di test medici. Per avere il tempo di ultimarli i nerazzurri dovrebbero quindi iniziare il lavoro sul campo mercoledì, o al più tardi giovedì, e non martedì come previsto in un primo momento

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Tre giorni di test medico sanitari ed eventuali tamponi, o test rapidi che abbiano la stessa validità per ottenere l’idoneità necessaria a soddisfare le linee guida per la ripresa degli allenamenti pubblicate dall’ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio. Questo ha cambiato i programmi dell’Inter, che ha dovuto posticipare la ripresa dell’attività pre agonistica prevista per martedì alla giornate di mercoledì o al più tardi giovedì, nel caso fosse necessaria qualche ora in più per completare l’iter degli esami. Questo non cambierà quello che era stato già pensato per la giornata del 5 maggio, e cioè un lavoro diviso a gruppi di 3-4-5 giocatori sui 4 campi a disposizione del club ad Appiano Gentile. Le sedute saranno facoltative e saranno presenti un medico e un preparatore atletico, difficilmente Antonio Conte almeno nei primi giorni che serviranno solo a rimettere in moto una macchina che ha viaggiato a giri ridotti in questi mesi nonostante i lavori e le tabelle che ogni giocatore ha seguito nelle proprie abitazioni, o a volte nei garage condominiali. Entrando alla Pinetina bisognerà usare obbligatoriamente la mascherina. Finito l’allenamento, che andrà svolto rispettando ovviamente le distanze di sicurezza, tutti i giocatori potranno usare le docce delle stanze della foresteria a loro dedicate. Uniche zona accessibili della Pinetina. Off limits spogliatoi club house e tutto il resto. Se si dovesse riprendere giovedi ci sarà anche Alexis Sanchez, unico giocatore che per motivi personali è tornato dal Cile solo il 22 aprile ed è in quarantena fino a mercoledì, quando si spera di ricominciare a fare piccoli passi per un ripresa ancora più corposa dalla terza settimana di maggio. Ma visto il momento e i continui up and down meglio navigare a vista senza previsioni a lungo termine prima di decisioni definitive del governo

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche