Lega Serie A: "Con stop campionato no scudetto o retrocessioni. Verdetti solo aritmetici"

Serie A

Alessandro Alciato

Ecco le proposte della Lega calcio alla Figc in caso di definitivo stop del campionato: scudetto e retrocessioni solo se aritmetiche. In caso contrario titolo non assegnato e retrocessioni bloccate. Algoritmo valido solo per la qualificazione alle Coppe. La Federcalcio si pronuncerà l’8 giugno

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

L’Assemblea della Lega di serie A ha votato il blocco delle retrocessioni, nel caso in cui il campionato - che ripartirà il 20 giugno - dovesse nuovamente fermarsi, a meno che al momento del nuovo stop le retrocessioni in classifica siano già aritmetiche. La proposta è passata con 16 voti su 20 dopo una riunione durata oltre tre ore; lunedì verrà portata in Consiglio Federale e le possibilità che possa passare sono pressoché nulle. La stessa Lega, attraverso un comunicato ufficiale, ha parlato di “soluzioni che salvaguardino sempre il merito sportivo, qualora non fosse possibile portare a termine il campionato”. In subordine, il piano B - inteso anche come serie - è quello di proporre 2 retrocessioni anziché 3. Ma cosa accadrebbe con le promozioni dalla B?

In caso di nuovo stop del campionato, la linea della Lega prevede anche la mancata assegnazione dello scudetto, a meno che sia già stato vinto aritmeticamente da una squadra. A questo proposito, in Assemblea, anche il presidente della Juventus Agnelli ha detto che lo scudetto va assegnato solo se il campionato giunge regolarmente a termine.

 

Per quanto riguarda l’algoritmo studiato dalla Federcalcio per stilare la classifica, sempre se la serie A dovesse fermarsi anzitempo, è stato promosso ma, viste le premesse, servirebbe solo per assegnare le posizioni valide per qualificarsi alle coppe europee. Lunedì in Consiglio Federale ci sarà da discutere. Parecchio.

SERIE A: SCELTI PER TE