Napoli, Gattuso ha cambiato tutto in soli 6 mesi

napoli
Massimo Ugolini

Massimo Ugolini

Sei mesi dopo l'esordio con sconfitta contro il Parma Gattuso ha festeggiato la vittoria in Coppa Italia. Napoli sembra essere la dimensione perfetta per l'ex allenatore del Milan, che in poco tempo ha già creato un grande feeling con squadra e ambiente

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI

 


"Questa squadra deve ritornare a credere nelle proprie potenzialità, ma è un momento così e si è notato". Sono trascorsi solo sei mesi da questa intervista. Rilasciata dopo la prima sulla panchina del Napoli. Esordio con sconfitta. Pochi concetti ma chiari: nessun alibi, la consapevolezza di dover lavorare tanto ma anche la fiducia nel gruppo e nelle proprie capacità. Bastano queste parole per tratteggiare il profilo dell'allenatore. Vincente.

 

Perché la simpatia e quel modo diretto e senza fronzoli di interagire con il prossimo nessuno li hai mai messi in dubbio. Ma sulle capacità tecniche qualche perplessità c'è sempre stata. Quasi che fosse arrivato ad allenare grazie sopratutto al curriculum da calciatore. Nulla di più falso guardando la sua storia in panchina: Sion, Palermo, Ofi Creta e Pisa. Tanta gavetta prima di Milan e Napoli. La dimensione perfetta per lui. La piazza giusta per emergere. Nonostante i tanti problemi che hanno accompagnato la stagione azzurra. Affrontati con equilibrio e soprattutto mai considerati un alibi a cui aggrapparsi nei momenti di difficoltà anche personali.

 

Le altre parole, quelle pronunciate dopo la vittoria della Coppa Italia non sono altro che il ringraziamento ai suoi ragazzi e al suo staff per quello che hanno fatto in questi mesi. Il punto di partenza per continuare a crescere e andare oltre, anche ai pregiudizi, se ancora ce ne fossero. Poco importa perché lui in certe cose non cambierà mai. Per fortuna.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche