Lecce, Liverani: "Con la Juve partita equilibrata fino all'espulsione"

Serie A

L'allenatore del Lecce commenta il ko con la Juve: "Atteggiamento buono finché siamo stati undici contro undici". Dopo il 4-1 incassato contro il Milan, ancora un poker: "I gol subiti? Sono statistiche. Faremo la nostra parte negli scontri diretti"

JUVE-LECCE 4-0, GOL E HIGHLIGHTS

"Credo che, fino all'espulsione, sia stata una gara equilibrata. Cercavamo di chiudere gli spazi e ripartire". Fabio Liverani commenta così la sconfitta del suo Lecce allo Juventus Stadium, parlando ai microfoni di Sky.
 

"E' una partita difficile da commentare, viste anche tutte le assenze. Fino all'espulsione abbiamo palleggiato bene, poi è normale che in questo momento, tra assenze e tutte le problematiche, con qualche regalo di troppo diventi tutti più complicati". Intanto, il conto dei gol subiti inizia a preoccupare, con il Lecce che ne ha già incassati 64 (peggior difesa del campionato), collezionado un 4-1 (dal Milan) e un 4-0 alla ripresa (le ultime prima dello stop erano finita 4-0 per la Roma e 7-2 per l'Atalanta, invece).
 

"Gol al passivo? Sono statistiche, non mi camba nulla. La squadra deve continuare a crescere e a recuperare calciatore. Pensiamo a far partite per far riposare alcuni giocatori e per recuperarne altri. E forse potrà tornare l'entusiasmo che avevamo prima del lockdown. Allenarsi è quasi impossibile, lo facciamo giocando. E l'atteggiamento, fino quando siamo stati undici contro undici, era buono. In inferiorità numerica, poi, il giocatore da inserire cambiava poco. Magari con tutti a disposizione avrei fatto mosse differenti. Al momento ho 14 giocatori a disposizione al massimo. Ma sono certo che recuperando qualcuno con un pizzico di fortuna, faremo la nostra parte negli scontri diretti".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche