Sampdoria-Milan, Pioli: "Crediamo ancora nel quinto posto. I rinnovi? Presto risolveremo"

Serie A
©LaPresse

L’allenatore dei rossoneri ha presentato il prossimo impegno con la Samp: "Il quinto posto non dipende solo da noi, affrontiamo una squadra che giocherà con leggerezza. La spinta di Ibrahimovic è stata decisiva, la nuova maglia mi piace molto"

SAMP-MILAN LIVE

È un Milan sempre più proiettato verso il futuro, quello che si accinge a concludere la stagione. Stefano Pioli, in conferenza stampa, ha presentato la sfida con la Sampdoria partendo dall’analisi dell’impegno precedente: "Siamo molto soddisfatti della prestazione con l'Atalanta, l'avversario è di livello molto alto e abbiamo giocato con la stessa intensità e qualità. È un periodo molto faticoso ma siamo riusciti ad essere squadra dall'inizio alla fine e fare il massimo nelle prossime due gare. È cambiato il modo di stare in campo, la convinzione, la fiducia in noi stessi: dobbiamo provare a continuare su questo ritmo e su questa media punti, sarebbe un buon viatico per la prossima stagione". Gli avversari sono già certi della salvezza e potranno giocare con una certa leggerezza. "Sappiamo che i dettagli faranno la differenza, bisogna star dentro alla partita per 95 minuti. Affronteremo un avversario che sta molto bene, che ha creato difficoltà alla Juventus e che ha raggiunto l'obiettivo, Ranieri ha fatto un ottimo lavoro come sempre. Dal 2 agosto potremo trarre valutazioni più precise sulla nostra stagione e sul consolidamento dei risultati ottenuti da gennaio a questa parte" ha proseguito Pioli.

Corsa al quinto posto

vedi anche

Il Milan omaggia la città: ecco la maglia 2020/21

La Roma dista quattro punti: vincere è l’unico modo per tenere viva la speranza: "Al quinto posto ci crediamo, dobbiamo fare più punti possibile. Quando devi rincorrere non dipende solo da te, quindi noi pensiamo a noi stessi e alla partita di domani, che presenta diverse difficoltà. Poi vedremo cosa faranno gli altri. Se faremo i preliminari, il mese di settembre diventerà molto impegnativo e ci sarà una preparazione limitata, anche se in questo periodo siamo stati molto bravi. Giocare dopotutto significa anche migliorare". Dall’infermeria arrivano buone notizie: "Abbiamo recuperato tutti. Castillejo ha saltato molte partite perché sono ravvicinate, ma alla fine è rimasto fermo solo due settimane. Malgrado le assenze di Conti e Romagnoli che pregiudicano le scelte in difesa, arriviamo bene".

Soluzioni dal mercato

vedi anche

Maldini vede Gazidis: fiducia per la permanenza

Di certo una svolta decisiva è arrivata dal mercato di gennaio, con gli acquisti di Ibrahimovic e Kjaer: "Zlatan ci ha dato soluzioni tecniche e tattiche che prima non avevamo. Dal punto di vista della personalità e del carattere, è stato sicuramente una spinta decisiva. Nuova maglia? L'ho vista indossata da Kjaer, è molto bella. La indosseremo nell'ultima partita col Cagliari e mi auguro che ci possa riportare ai successi del passato. Simon sta facendo molto bene, ha dato un contributo importante ed è evidente". La situazione dell’attaccante svedese è tra quelle da discutere per il futuro, insieme a quelle di Donnarumma e Calhanoglu: "La ripresa del campionato non è tra molto tempo, in agenda il club ha di risolvere queste situazioni. Noi ci siamo dati appuntamento per la settimana prossima per stabilire la squadra dell'anno prossimo. Elogi per me? Siamo tutti dalla parte del Milan".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche