Milan, Kessié: "Perché mi chiamano 'presidente'? Sono il capo dello spogliatoio"

Serie A

I compagni di squadra lo chiamano "Il presidente", Kessié spiega il perchè: "Sono il capo dello spogliatoio". Poi ringrazia Pioli: "Migliorati con lui, ma ora non montiamoci la testa e proseguiamo su questa strada"

CROTONE-MILAN: GOL E HIGHLIGHTS

Punteggio pieno in campionato e quarto successo in quattro partite stagionali giocate tra Serie A ed Europa League: il Milan 2020/2021, fino a questo momento, sa solo vincere. E i rossoneri sono riusciti a farlo anche senza Ibrahimovic, confermando l'ottimo trend del finale dello scorso campionato. Protagonista dello 0-2 di Crotone è stato Franck Kessié, tra i migliori in campo e autore del gol che ha sbloccato la partita. E, a fine gara, il centrocampista ha anche svelato il motivo per cui dai compagni di squadra è stato soprannominato "Il presidente": "Mi chiamano così perché sono il presidente della squadra, il capo dello spogliatoio", ha spiegato con un sorriso il giocatore ivoriano.

"Migliorati grazie a Pioli, continuiamo così"

leggi anche

Pioli: "Milan può migliorare. Bene Tonali e Diaz"

Sul momento del Milan, aggiunge: "Devo ringraziare Pioli, perché lui è riuscito a dare tutto questo alla squadra. Adesso mentalmente stiamo bene e in campo si vede, tutti lottano su ogni palla ed è questo che ti dà la vittoria in ogni partita. Non siamo ancora una big, però dobbiamo continuare su questa strada e dobbiamo lavorare senza montarci la testa e con questo spirito giusto fino alla fine".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche