Juve-Napoli, conclusa udienza Collegio di Garanzia del Coni: sentenza in serata

coni

Il presidente De Laurentiis presente al Collegio di Garanzia assieme ai legali Lubrano e Grassani. Udienza durata poco meno di un'ora. Il Napoli è ottimista sulla sentenza, attesa in serata. E' l'ultimo grado della giustizia sportiva

NAPOLI-TORINO LIVE

E' durata circa un'ora, nella sede del Coni, l'udienza davanti al Collegio di Garanzia (presieduto da Franco Frattini e riunito a Sezioni Unite) per discutere il ricorso del Napoli contro lo 0-3 a tavolino e il punto di penalità stabilito dal giudice sportivo e poi ribadito in secondo grado dalla dura sentenza d’Appello firmata dal professor Sandulli.

De Laurentiis: "Ottimista che la gara si giochi"

VIDEO

Le immagini di De Laurentiis al Coni

Il Napoli era presente col presidente Aurelio de Laurentiis e con due legali: l’avvocato Enrico Lubrano infatti affianca l’avvocato Mattia Grassani. Non erano presenti invece Juventus e Federcalcio, che hanno evitato di costituirsi. "Sono prudentemente ottimista - ha detto il prsidente del Napoli dopo il dibattimento -, è stata molto rilevante e trasparente l'interpretazione della Procura generale. Mi aspetto che la gara si giochi e si cancelli un giudizio iniquo. Essendo stato a casa a lungo col covid ho studiato la malattia. Dopo i primi due casi del Genoa, era chiaro che i miei due giocatori contagiati più un membro dello staff avrebbero potuto contaminare altri: per me era una questione di responsabilità, penale e sociale: non potevo disattendere due Asl e fare l'untore della Juve". 

La linea del Napoli

"Sarebbe degno della miglior tragedia napoletana se fosse stato messo tutto in piedi ad hoc. Il Napoli la trasferta la voleva fare, ed è dimostrato dalle documentazioni. La furbata non c'è perché viene bloccata dai provvedimenti amministrativi. Il Napoli non aveva una ragione su un milione per saltare quella gara. La squadra era già pronta a partire". E' in sintesi il contenuto dell'arringa dell'avvocato del Napoli Mattia Grassani.

"La Corte sportiva d’appello ha fatto il passo più lungo della gamba"

approfondimento

Le motivazioni della sentenza d'appello

A sostenere la tesi del legale e a confortare il patron partenopeo De Laurentiis su un esito positivo della sentenza anche l'intervento della Procura Generale dello sport: "Come procura in un procedura di questo tipo e come tutori della legalità diciamo che è una vicenda particolare e per il Collegio assolutamente inedita. A nostro parere la Corte d'appello federale ha fatto il passo più lungo della gamba, si parla di giustizia disciplinare e invece qui la giustizia è tecnica. La condotta del Napoli non è rilevante in questo procedimento".  Questo l'intervento di Alessandra Flamminii Minuto, procuratore nazionale dello sport.

Quando uscirà la sentenza

La sentenza è attesa per la serata di oggi, martedì 22 dicembre, esattamente 79 giorni dopo il mancato calcio d’inizio dell’Allianz Stadium. "Se mi aspetto la decisione entro stasera? Quello direi di sì", ha dichiarato il presidente De Laurentiis entrando nel Palazzo H del Foro Italico. E' l'ultimo grado della giustizia sportiva: in caso di esito negativo il Napoli per far valere le sue ragioni dovrebbe rivolgersi a tribunali amministrativi (Tar e Consiglio di Stato).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche