FIGC, Gravina si ricandida: "Il mio 4-3-3 per il rilancio del calcio italiano"

Serie A

Il presidente uscente ha presentato la sua nuova candidatura alla guida della Federcalcio: "Regole, sostenibilità, giovani e riforma dei campionati: così rilancio il calcio italiano. Voterò Malagò alla presidenza del Coni". Ai microfoni di Sky Sport parla del ritorno dei tifosi negli stadi: "Sarebbe bello partire dai vaccinati". E sul rinnovo del Ct Mancini: "Ha grande amore per la Nazionale, incontro a breve"

LO SPETTACOLO DELLA SERIE A: IN CAMPO PER LA 17^ GIORNATA

"Ho depositato stamattina la mia candidatura alla presidenza della Federcalcio". Lo annuncia il presidente della Figc Gabriele Gravina, in un incontro con i giornalisti a via Allegri. 'Una partita per il futuro', il titolo della piattaforma programmatica di Gravina, che in 128 pagine ha riassunto così il suo schema: "Giocheremo con un modulo offensivo e tutto votato all'attacco - precisa il numero uno del calcio uscente - un mio 4-3-3 per il rilancio del calcio italiano. In difesa il sistema delle regole, in attacco punta centrale la sostenibilità, ai lati il patrimonio dei nostri giovani e la riforma dei campionati". A sostenerlo "la quasi unanimità di cinque componenti: le tre leghe professionistiche e le due componenti tecniche di calciatori e allenatori. Una dimostrazione di grande stima e considerazione", conclude Gravina.

"Voterò Malagò al Coni, con lui rapporto costruttivo"

approfondimento

Gravina: "Momenti duri, ma lo sport ha ripreso"

Nell’incontro con i giornalisti che si è tenuto a via Allegri durante il quale ha annunciato la sua ricandidatura alla presidenza della Federcalcio, Gravina ha confermato l’appoggio a Malagò nella sua candidatura alla presidenza del Coni. "Con Malagò c’è sempre stata dialettica. Ci possono essere condivisione e anche contrasto, ma è proprio grazie a questo che il nostro è sempre stato un rapporto costruttivo e a vantaggio di tutto lo sport italiano. Per questo appoggio la sua candidatura alla presidenza del Coni", ha affermato Gravina.

"Ritorno negli stadi? Iniziamo dai vaccinati"

leggi anche

Appello Coni-Figc-Lega: "Aiutateci a rifare stadi"

Ai microfoni di Sky Sport Gravina ha parlato anche delle sue idee per quanto riguarda il possibile ritorno dei tifosi sugli spalti degli stadi italiani: "In tempi rapidi potremmo arrivare ad avere una piccola presenza all'interno degli stadi. Ho auspicato come messaggio per il Paese che tutti i vaccinati contro il Covid-19 potessero partecipare alle competizioni sportive. Sarebbe un premio straordinario per i medici, per tutti gli operatori sanitari che sono nella prima fascia di persone coinvolte dal processo di vaccinazione".

"Rinnovo Mancini, ci incontreremo a breve"

Altro tasto toccato è quello riguardante il contratto del commissario tecnico della Nazionale italiana Roberto Mancini, in scadenza nel 2022: "Abbiamo un legame con lui per altri due anni ma sono convinto, valutando la sua sensibilità verso i colori della nostra Nazionale e l'orgoglio che è riuscito a far riscoprire ai nostri tifosi,  che agirà con il suo cuore e resterà legato alla Nazionale. Comunque ci incontreremo a breve".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.