Panchina Cagliari, non c'è accordo con Andreazzoli: salgono le quotazioni di Donadoni

Serie A
©LaPresse

Di Francesco verso l’esonero dalla panchina del Cagliari, ma l'incontro milanese di sabato con Aurelio Andreazzoli non ha portato a un'intesa. In precedenza non era stato trovato l’accordo con Semplici su contratto e staff. Risalgono le quotazioni di Donadoni. C'è invece il via libera per il ritorno di Capozucca nella dirigenza

CAGLIARI-TORINO 0-1, GOL E HIGHLIGHTS

Con Eusebio Di Francesco verso l’esonero dopo la sconfitta con il Torino e un solo punto nelle ultime 10 partite, il Cagliari è alla ricerca di un suo sostituto. La decisione non è ancora ufficiale, ma l’attuale allenatore rossoblù è ormai a un passo dal dover lasciare il club (nonostante il rinnovo di contratto firmato il 24 gennaio scorso). L'incontro della serata di sabato con Aurelio Andreazzoli non ha infatti portato a un'intesa: c'è pessimismo sulla possibilità di trovare un accordo con l'ex allenatore, tra le altre, di Empoli e Genoa, così sono in salita le quotazioni di Roberto Donadoni, ultima esperienza da allenatore in Serie A a Bologna nel 2018. Con Donadoni si potrebbe infatti anche trovare un compromesso sulla composizione dello staff: la società vuole infatti tenere Calzona come vice allenatore e Baldus come preparatore atletico. Nella giornata di sabato non è però non è stata presa una decisione definiva e la scelta del futuro allenatore del Cagliari, attualmente terzultimo con 15 punti e distante cinque punti dal Torino quartultimo, potrebbe arrivare nella giornata di domenica. Una certezza c'è ed è quella legata al ritorno di Stefano Capozucca, già direttore sportivo rossoblù, nei quadri dirigenziali del club.

Semplici lontano, sondato anche Rastelli

leggi anche

Semplici e Capozucca, così nel post Di Francesco

Il primo nome sulla lista del Cagliari era quello di Leonardo Semplici, con i contatti avviati nelle scorse ore con l'ex Spal (che prima dovrà rescindere l'accordo ancora in essere con il club emiliano) per cercare un'intesa sul contratto e sullo staff tecnico. Intesa che non è però stata trovata, sia dal lato economico sia da quello dello staff. Era stato preallertato anche l’ex Massimo Rastelli, ma senza ulteriori contatti registrati nella giornata di sabato.