Ricavi in aumento per Mediacom, Commisso sorride: "2020 da record"

fiorentina
©LaPresse

Ricavi superiori ai due miliardi di dollari nel 2020 per la società di proprietà del patron della Fiorentina, che è anche sponsor di maglia della squadra viola. Aumento del del 6,9% nel quarto trimestre del 2020 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. "Dati che rappresentano dei record nei 25 anni della storia di Mediacom"

SERIE A, 24^ GIORNATA LIVE

Il 2020 ha portato in dote dati più che confortanti per la Mediacom Communications, la società del patron della Fiorentina Rocco Commisso che è anche sponsor di maglia della squadra viola. Mediacom, spiega una nota ufficiale, ha infatti ottenuto ricavi per 2,131 miliardi di dollari, il 4,9% in più rispetto al 2019, con un risultato operativo di 898,9 milioni di dollari (+11,2%). L'indebitamento netto alla fine del quarto trimestre dell'anno, si legge, è stato pari a 1,713 miliardi, con una riduzione di 471,7 milioni rispetto al 31 dicembre 2019.  "Risultati davvero eccezionali, di fronte alle grandi sfide economiche e operative causate dalla pandemia del coronavirus" li definisce Commisso.

Commisso: "Dati da record in 25 anni di storia"

leggi anche

Lesione per Bonaventura, fuori almeno 2 settimane

Nonostante "le sfide economiche e operative causate dalla pandemia di coronavirus - spiega Commisso - durante il quarto trimestre del 2020 abbiamo raggiunto il 96esimo trimestre consecutivo di crescita dei ricavi anno su anno". Ma non finisce qui: "Il reddito operativo prima del deprezzamento e ammortamento è cresciuto del 16,3%, e abbiamo generato un flusso di cassa libero di 151 milioni. Entrambi i dati rappresentano dei record nei 25 anni della storia di Mediacom". Il flusso di cassa è stato invece pari a 538,0 milioni, con un aumento del 28,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre nel quarto trimestre 2020 i ricavi sono stati pari a 549,4 milioni di dollari, con un aumento del 6,9% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il presidente ha ricordato che "il flusso libero di cassa in costante crescita è degno di nota e ha consentito a Mediacom di ridurre il debito di 600 milioni di dollari negli ultimi due anni, nonostante il finanziamento di 1 miliardo per investimenti e per l'acquisizione e il sostegno della Fiorentina".