Pirlo dopo Verona-Juventus: "Non siamo stati bravi a gestire il risultato"

juventus

L'allenatore bianconero dopo il pareggio di Verona: "Abbiamo fatto la partita che dovevamo riuscendo anche a fare la cosa più difficile, cioè passare in vantaggio. Ma non siamo stati bravi a gestire il risultato, sull'1-0 queste partite devi portarle a casa. Nel secondo tempo ci siamo slegati per la stanchezza, è mancata esperienza e ho chiesto a Ronaldo e Alex Sandro di farsi sentire". Chiesa: "Crediamo ancora nello scudetto e daremo battaglia fino alla fine"

Alla Juventus non basta un gol di Cristiano Ronaldo per tornare dal Bentegodi con tre punti. Barak regala l'1-1 all'Hellas Verona, fermando i bianconeri sul pareggio. Questo il commento di Andrea Pirlo: "Dovevamo fare la partita che abbiamo fatto, sapevamo che sarebbe stata una partita sporca, queste squadre ti portano a fare questo tipo di calcio – le sue parole a Sky Sport - Abbiamo fatto la cosa più difficile cioè passare in vantaggio, ma non siamo stati bravi a gestire il risultato. La squadra si è slegata a causa della stanchezza, non avevamo giocatori in panchina e chi era in campo ha dato tutto, era normale che l'intensità calasse. Sul gol siamo stati troppo leggeri ad andare ad accorciare sul cross e questo non puoi permettertelo. Quando sei in vantaggio certe partite devi portarle a casa, mancavano giocatori di esperienza e infatti ho chiesto a Cristiano Ronaldo e Alex Sandro di farsi sentire, per far capire il momento. Un peccato aver lasciato due punti".

"Obiettivo? Avvicinarci alla vetta per giocarci il campionato"

vedi anche

Barak rallenta la Juve, col Verona finisce 1-1

Il primo posto si allontana, Juve costretta a una grande rimonta per inseguire lo scudetto: "Guardiamo sempre partita per partita, con l'obiettivo di vincere il più possibile e di avvicinarci alla vetta per giocarci il campionato. È dall'inizio che giochiamo ogni tre giorni e può capitare di perdere un po' di lucidità, l'importante è dare tutto e poi vedremo più avanti dove saremo", prosegue Pirlo. Che assolve Alex Sandro per il gol di Barak: "Lì la statura ha fatto la differenza, capita di avere la peggio contro uno di 1 metro e 90. Ha fatto una grande partita in un ruolo non suo. La difesa 3? Era per l'emergenza, non avevo altre soluzioni. Più di questo non potevamo fare senza quattro difensori e altri terzini".

Chiesa: "Crediamo ancora nello scudetto"

Queste, invece, le parole di Federico Chiesa: "Abbiamo tanti giocatori importanti fuori, ma siamo la Juve e questo non può essere un alibi. Dobbiamo pensare alla partita di martedì e vincere, perché crediamo ancora nello scudetto. Diamo merito al Verona, è stata una partita dura e difficile. Dobbiamo essere arrabbiati perché non dovevamo permettere questo, siamo la Juve e dovevamo vincere. Non si tratta di maturità ma di cura dei dettagli, chi scende in campo deve avere la mentalità per giocare con questa maglia. Ma, ripeto, crediamo nello scudetto e daremo battaglia fino alla fine. Il mio ruolo? Entro in campo e do un grande apporto alla squadra in fase d'intensità e tutto, poi le giocate vengono di conseguenza. Sono a disposizione di Pirlo e ringrazio la Juve per quest'opportunità".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport