Pioli dopo Roma-Milan: "Vittoria importante, due sconfitte non ci hanno tolto certezze"

milan

L'allenatore rossonero è soddisfatto dopo la vittoria dell'Olimpico: "Contro Spezia e Inter non siamo stati noi, ma con questa vittoria usciamo da due settimane un po' particolari. Ho un gruppo giovane, ma molto responsabile". E sulle critiche: "Nessuno credeva che saremmo stati secondi a questo punto. Ora puntiamo a essere tra le 4 squadre contente a fine anno"

ROMA-MILAN 1-2, GOL E HIGHLIGHTS

E' uno Stefano Pioli soddisfatto quello che si presenta ai microfoni di Sky Sport al termine di Roma-Milan. L'allenatore rossonero analizza così il successo dell'Olimpico, dopo un periodo complicato con le sconfitte contro Spezia e Inter e la sofferta qualificazione in Europa League con due pareggi contro la Stella Rossa: "Ho detto alla squadra che due partite negative non ci potevano togliere le certezze che ci siamo creati in un percorso di un anno e mezzo. Speravamo di fare meglio nelle ultime partite, ma questo ci deve dare ancora più forza. Primo tempo straordinario, nel quale abbiamo avuto l'unico difetto di non concretizzare. Poi abbiamo un po' sofferto contro una squadra forte, ma è una vittoria importantissima che ci fa uscire da due settimane un po' particolari. Ho un gruppo molto giovane, ma molto responsabile. Abbiamo sofferto molto in queste due settimane, sapevamo di aver deluso i tifosi e abbiamo fatto fatica a metabolizzarlo perchè siamo attaccati al club e alla maglia. Ma è bastato parlare chiaro e riprendere il nostro percorso. Complimenti ai ragazzi".

"Critiche? Il calcio è un mondo strano..."

leggi anche

Ibra-Sanremo, Maldini: "Deciso prima del rinnovo"

Pioli ha poi risposto alle critiche arrivate nelle ultime settimane, rimarcando l'ottimo lavoro svolto fin qui dalla squadra rossonera: "L'ambiente calcio è un mondo strano. Se ci avessero detto a inizio campionato che saremmo stati secondi in classifica con 52 punti dopo 24 giornate nessuno ci avrebbe creduto. Anzi, se avessimo avuto 40 punti ci avrebbero detto che il nostro campionato era ottimo, in lotta per la Champions dopo tanti anni. Ci sono sette squadre molto forti, alla fine solo quattro saranno contente, speriamo di essere tra quelle". Milan che però deve svolgere ancora un percorso di crescita, come lo stesso allenatore rossonero ha spiegato: "Fare qualche errore fa parte del nostro percorso di crescita. Siamo una squadra giovane che non può avere ancora tutte quelle furbizie che ha una squadra esperta, più consapevole della propria forza. Stiamo facendo qualcosa di veramente importante, 17 punti in più rispetto all'anno scorso, siamo ancora in Europa League e l'anno scorso non c'eravamo. E siamo una delle squadre più giovani del campionato, questa è stata un prestazione di grande spirito e voglia di tornare a vincere. Contro Spezia e Inter non eravamo stati noi stessi".

"Tomori? Mi aspettavo questa personalità"

vedi anche

Il Milan torna a vincere: Roma ko all’Olimpico 2-1

Infine, Pioli ha concluso con una battuta sulla prestazione di Tomori, schierato da titolare contro la Roma al posto del capitano Romagnoli: "Tomori mi aspettavo che avesse questa personalità, è entrato subito nel derby di Coppa Italia a due giorni dall'arrivo al Milan e l'ha fatto con questa presenza. Continuo a pensare che sia il collettivo a permettere al singolo di esprimersi al meglio, questa sera abbiamo lavorato tutti bene. Abbiamo vinto meritatamente una partita difficile".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport