Inzaghi dopo Lazio-Crotone: "Vittoria soffertissima. Caicedo? Sa quanto lo stimo"

lazio

L'allenatore biancoceleste sottolinea l'importanza di questi tre punti: "Sapevamo che ci sarebbe stato da soffrire, ma abbiamo buttato il cuore oltre l'ostacolo". E sulle prestazioni di Caicedo e Immobile: "Felipe è importantissimo e sa che quando sta bene lo faccio giocare. Ciro deve continuare a lavorare, certi momenti possono capitare"

LAZIO-CROTONE 3-2, GOL E HIGHLIGHTS

La Lazio batte 3-2 il Crotone e ritrova la vittoria dopo 4 sconfitte nelle ultime 5 partite tra campionato e Champions League, ma quanta sofferenza. Lo sa bene Simone Inzaghi che ha sottolineato l'importanza di questo successo al termine della gara ai microfoni di Sky Sport: "Era una vittoria che volevamo a tutti i costi. Nelle ultime partite dovevamo fare meglio e per questo abbiamo qualche punto di ritardo in classifica. Sapevamo che oggi ci sarebbe stato da soffrire ma la squadra ha buttato il cuore oltre l’ostacolo. Abbiamo espresso un ottimo calcio e abbiamo creato tante occasioni. Dobbiamo ancora migliorare in alcune situazioni, ma siamo stati bravi a reagire e i cambi ci hanno aiutato molto".

"Caicedo fondamentale, Immobile deve continuare a lavorare"

leggi anche

La Lazio ritrova i tre punti: Crotone battuto 3-2

Cambi importanti che portano su tutti al nome di Felipe Caicedo, ancora una volta decisivo a partita in corso: "Sappiamo tutti la sua importanza. Oggi volevo farlo giocare dall’inizio perché erano 10 giorni che si allenava con continuità, ma anche Immobile e Correa ci hanno dato molto. Felipe sa che quando sta bene lo impiego sempre e nel frattempo c’è stata anche la crescita di Muriqi. Partita per partita decideremo chi sta meglio in attacco". E su Immobile, reduce dalla premiazione per la Scarpa d'Oro e sostituito nel corso del secondo tempo, Inzaghi ha risposto così: "Deve continuare a lavorare come ha fatto questi giorni perchè possono capitare questi momenti. Per lui non sono così frequenti e gli consiglio di credere in se stesso perché è fortissimo, non a caso ha vinto la Scarpa d'Oro". Infine una battuta sulla sfida di mercoledì sera contro il Bayern Monaco, dopo l'1-4 dell'andata all'Olimpico: "L’obiettivo è stato raggiunto con gli ottavi. I tedeschi sono una grande squadra che ha fatto 8 gol al Barcellona. Quando ha fatto quattro gol a noi sembrava la fine del mondo. Andremo in Germania per giocare la partita e consapevoli del percorso che abbiamo fatto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.