Milan, Brahim Diaz: "Rabbia eliminazione, ma vogliamo essere competitivi fino alla fine"

Serie A

Lo spagnolo ha parlato in esclusiva a Sky Sport: "Siamo un po' arrabbiati, abbiamo fatto due grandi partite contro un 'ottima squadra. Abbiamo grandi calciatori quindi saremo competitivi fino alla fine per l'obiettivo rimasto, ossia il campionato e per provare a vincerlo. Ibra? È importante che sia tornato"

Ripartire è la parola d'ordine per il Milan dopo l'eliminazione dall'Europa League per mano del Manchester United. C'è un secondo posto in campionato da difendere, ma c'è chi guarda anche allo scudetto come Brahim Diaz. "Siamo il Milan e abbiamo grandi calciatori quindi saremo competitivi fino alla fine per l'obiettivo rimasto, ossia il campionato e per provare a vincerlo" ammette lo spagnolo in un'intervista esclusiva a Sky Sport. L'amarezza per quanto accaduto giovedì sera, però, non si cancella: "Siamo un po' arrabbiati, abbiamo fatto due grandi partite contro un 'ottima squadra - spiega Brahim Diaz - Stiamo male, ma dobbiamo pensare alla prossima partita. Ne abbiamo una importante domenica sulla quale ci dobbiamo concentrare. È evidente che tanto per noi quanto per i milanisti questo sia un giorno di riflessione e di rabbia. Non credo che l'esperienza c'entri, credo si sia visto che siamo una squadra che ha esperienza e che siamo un gruppo unito, non credo che sia mancato questo, sono mancati piccoli dettagli".

"Mi sento bene, sto ritrovando il ritmo"

leggi anche

Ibra titolare, Juve super offensiva col Benevento

 

In vista della partita di domenica contro la Fiorentina, Brahim Diaz ha fatto il punto sulle sue condizioni: "Siamo tutti pronti per scendere in campo. Io arrivo da un infortunio che mi ha tenuto fermo poco più di un mese, quindi sto ritrovando il ritmo. Mi sento molto bene, spero di poter essere decisivo e di fare la differenza con i miei compagni per esprimerci al meglio fino alla fine".

"Ibra fa la differenza non solo in campo"

 

Brahim Diaz ha parlato anche di Ibrahimovic: "Lui è molto importante per noi, lo dimostra facendo la differenza e non intendo solo in campo, ma anche psicologicamente e mentalmente perché è un giocatore che ci chiede il massimo e ti spinge a dare il massimo e con la sua esperienza ti può dare consigli per aiutarti a dare il meglio. È molto importante che sia tornato e ora andiamo avanti tutti insieme, uniti, per ottenere quello che vogliamo che è vincere le ultime partite che mancano".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.